Giovane accoltellato per strada racconta: “Volevo difendere un amico”

L’aggressione sarebbe avvenuta nella notte sulla provinciale Squinzano-Campi Salentina. La vittima è un 26enne, già noto, residente a Novoli, che, a causa della grave ferita, è stato sottoposto a un intervento all’intestino

LECCE - Una coltellata all’addome: è questo il prezzo che ha pagato L.Z., 26 anni, originario di Mesagne, ma residente a Novoli, per aver difeso un amico dai suoi aggressori. Almeno è questo il racconto reso dalla vittima ieri mattina prima ai medici dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce e in seguito agli agenti della sezione volanti e della squadra mobile.

Stando alla versione del ragazzo, tutto è iniziato la notte precedente, tra le 3 e le 4: mentre rientrava a casa a bordo di uno scooter aveva notato sulla provinciale Squinzano-Campi Salentina delle persone litigare animatamente fuori dalle auto, una delle quali era di sua conoscenza; per questo avrebbe così arrestato la corsa, e raggiunto l’amico, sarebbe stato colpito con un coltello all’addome; a quel punto, ha ripreso lo scooter ed è tornato a casa per poi raggiungere, alle 7.45 del mattino, il pronto soccorso, accompagnato dalla madre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ora il racconto di L.Z., con precedenti alle spalle, è al vaglio degli investigatori. Quanto alle sue condizioni di salute, a causa della grave ferita riportata è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico all’intestino. La prognosi è di trenta giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio nella casa di riposo e il dato dei contagi in Puglia s'impenna

  • Duplice delitto, l’istinto omicida anche in ospedale e la nuova perizia sui bigliettini dell’orrore

  • Puglia, positivo il 13 per cento dei tamponi. Un cluster a Castrignano de' Greci

  • Covid-19, balzo al 6,5 per cento dei nuovi infetti: sono 350 in Puglia

  • In centinaia ne “La Fabbrica”, piomba la polizia: locale chiuso cinque giorni

  • Il lusso targato Renè de Picciotto: dal lido di Savelletri alla terrazza pensile di Lecce

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento