Cronaca

Giovane donna straniera trovata morta in un casolare

Forse polacca, era ospite di un asiatico in una vecchia abitazione che sorge in una stradina che confluisce sulla statale Lecce-San Cataldo. Il corpo trasportato nella camera mortuaria del "Fazzi"

DSC03616

LECCE - Una giovane donna straniera, presumibilmente polacca, è morta in circostanze ancora da chiarire, all'alba di oggi, mentre dormiva in un'abitazione che sorge in via Caterina II di Russia, ospite di un altro straniero, dello Sri Lanka.

E' stato proprio quest'ultimo a richiedere soccorso, per telefono, quando s'è accorto che la donna aveva smesso di respirare. La via in questione sorge fuori mano: si tratta di una delle tante traverse che sfociano sulla statale per la marina leccese di San Cataldo, non lontano da località San Ligorio.

Il medico legale giunto sul posto (un'abitazione cadente, immersa nelle campagne, alla quale si accede tramite una stradina sterrata) ha accertato che il cuore della donna ha smesso di battere intorno alle 6,30 del mattino. Il corpo era riverso nudo, nel letto. Accanto, alcune bottiglie di birra.


Il cadavere è stato trasportato presso la camera mortuaria dell'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce, per procedere all'identificazione e ad eventuali, ulteriori accertamenti ; tuttavia, fin dalle prime battute, si propende per una morte dovuta a cause naturali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovane donna straniera trovata morta in un casolare

LeccePrima è in caricamento