Movida sotto la lente: nessuna infrazione dei locali, multati sette ragazzi

Proseguono le verifiche interforze disposte per evitare assembramento nei pressi dei locali: in regola 58 attività controllate

LECCE - Le reiterate disattenzioni e violazioni delle nome anti-assembramento da parte dei frequentatori dei locali della movida nel capoluogo e nei centri della provincia hanno determinato un incremento dei controlli da parte delle forze dell’ordine così come disposto anche dal questore Andrea Valentino. Il servizio straordinario interforze si è intensificato anche nell’ultimo fine settimana allo scopo di assicurare il rispetto del divieto di assembramento e di aggregazione delle persone e l’osservanza delle misure di distanziamento sociale per il contrasto alla diffusione del Covid-19.

All’attività di controllo hanno partecipato uomini e mezzi di polizia, carabinieri, guardia di finanza e polizia locale e in particolare nella città di Lecce le zone attenzionate sono state quelle del centro storico, dove insiste la “movida”, e tutte le piazze e i luoghi di aggregazione. Il bilancio dell’attività reso noto dalla questura riporta che sono state controllate circa 216 persone e 58 tra attività commerciali e locali.

Non sono state rilevate infrazioni a carico delle attività commerciali controllate e quindi da parte dei relativi gestori, poiché sono risultate tutte rispettose alle nuove direttive previste dai decreti governativi e dall’ultima ordinanza della Regione Puglia. Sono stati invece multati sette giovani, controllati mentre stazionavano in piazzetta Santa Chiara, per aver violato il divieto di assembramento.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

  • Favori in cambio di sesso, viagra e battute di caccia, chiesti 12 anni e mezzo per l’ex pm

  • Freddato a 22 anni con un colpo di pistola alla testa, inflitti due ergastoli

  • La coperta prende fuoco, anziano muore per ustioni: è il padre del segretario nazionale del Sap

Torna su
LeccePrima è in caricamento