Cronaca

Gira con 10mila euro in tasca: accerchiato e depredato

Disavventura quasi incredibile per un 68enne di Lecce. L'uomo ieri sera si trovava in bici ed è stato sorpreso alle spalle. I malviventi gli hanno infilato un cappuccio in bocca. Corposo il bottino

La questura di Lecce.-8

Lo hanno accerchiato, dopo averlo pedinato mentre era in sella alla sua bicicletta ed una volta raggiunto è stato rapinato dei suoi risparmi dopo attimi di pura angoscia. Spiacevole disavventura per Antonio Colazzo, 68enne, nato a Nardò ma da anni residente nel capoluogo agganciato da una coppia di balordi in via Cavoti, una traversa di viale della Libertà, intorno alle 21 di ieri. Secondo la versione fornita dall'uomo, che nonostante l'attempata età vive in casa con la madre ultranovantenne, sarebbe stato sorpreso alle spalle. I due malviventi lo avrebbero fatto cadere dalla sua bicicletta e una volta per terra sarebbe stato "narcotizzato" con un cappuccio di lana infilato in bocca perchè non urlasse.


I malviventi, a volto scoperto, dalla tasca sinistra dei pantaloni gli hanno sfilato il portafogli, portandosi dietro circa 10mila euro, in banconote di vario taglio. Arraffato il corposo malloppo, i due banditi si sarebbero infilati in una Fiat Punto di colore blu, parcheggiata in via Marinosci, una strada che spezza in due viale dello Stadio e da lì si sarebbero diretti verso Piazza Palio. Con il proprio cellulare, l'uomo ha composto il numero d'emergenza del 113 e un equipaggio delle volanti ha raggiunto il malcapitato. Accompagnato in questura, l'ispettore di turno ha raccolto la denuncia del 68enne con la quale ha raccontato di portarsi appresso le banconote anche per strada perché " per quei risparmi, le mie tasche sono il posto più sicuro". Forse dopo lo spiacevole episodio di ieri sera, dovrà rivedere le sue certezze.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gira con 10mila euro in tasca: accerchiato e depredato

LeccePrima è in caricamento