Girava in auto senza assicurazione e con mezzo di chilo di marijuana

Arrestato dai carabinieri un albanese 31enne. L'anno scorso fu fermato mentre si stava recando in stazione con 5 chili di "erba"

LECCE – Dopo un anno e mezzo, ricasca nello stesso guaio. Roland Caushaj, 31enne albanese originario di Valona, per quanto residente a Lizzanello, è stato fermato ancora una volta con un carico di marijuana. Ed è finito in carcere.

A fermarlo, ieri sera, sono stati i carabinieri del Norm di Lecce durante un controllo. Era a Lecce, in via Redipuglia, nel rione San Pio. Ed era alla guida di una Renault Twingo. Per inciso, senza assicurazione. Ma i militari che l’hanno fermato, non hanno solo rilevato un problema da codie della strada. Durante una perquisizione, sia personale, sia dell’autovettura, è stato trovato con mezzo chilo di marijuana. Era contenuta in tre distinti pacchetti.

rc-2Recatisi in casa sua per ulteriori verifiche, i carabinieri hanno trovato altri 0,6 grammi di hashish. Tutto lo stupefacente è stato sequestrato, e stessa sorte ha fatto l’autovettura.  Mentre Caushaj è stato condotto in carcere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’uomo non è simile a trasporti di questo tipo. Verso la fine di aprile del 2016, fu bloccato da alcuni agenti di polizia, mentre procedeva a passo svelto su viale Gallipoli, verso la stazione ferroviaria, con un borsone. Dentro, quella volta, c’erano ben 5 chilogrammi di marijuana.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Giovane turista fa il bagno e sul fondale ritrova bacino in ceramica del XIV secolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento