Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Giro di vite sulle strade e contro il meretricio

Stretta contro gli auomobilisti indisciplinati a Lecce e controlli a tappeto lungo le vie del sesso. I carabinieri hanno avviato una serie di attività per preservare il decoro dell'intera città

Nella serata di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Lecce hanno svolto un servizio sulla circolazione stradale e finalizzato a contrastare ll fenomeno della prostituzione.
Sono stati effettuati diversi posti di controllo nel centro cittadino con l'obiettivo di verificare se gli automobilisti salentini rispettino le regole imposte dal Codice della Strada.

Controllati oltre 25 autoveicoli; tre cittadini leccesi sono stati trovati in difetto in quanto circolavano sulla pubblica via senza la copertura assicurativa prevista, senza aver fatto la revisione al veicolo e utilizzando l'autovettura senza averne la possibilità in quanto circolava con il documento già ritirato poiché privo di revisione. In questo ultimo caso il veicolo è stato sottoposto al sequestro amministrativo.

Ulteriore giro di vite al fenomeno della prostituzione nel capoluogo purtroppo ancora esistente soprattutto nei pressi del quartiere della Stazione ferroviaria. Si è registrato un dato importante, quello del calo del numero di donne che si dedicano al meretricio come mezzo di sostentamento. Infatti, prima di procedere all'identificazione e al controllo è stato effettuato un servizio di osservazione per verificare l'esatta posizione e l'esatto numero di prostitute presenti a Lecce.


Sono state identificate 6 giovanissime dell'Est Europa, comunque regolarmente residenti nel territorio nazionale; è stata denunciata per inosservanza dei provvedimenti dell'Autorità una cittadina di Surbo poiché, colpita da un foglio di via obbligatorio dal Comune di Lecce, pizzicata nei pressi di via Martiri d'Otranto. Se si tratta di un'inversione di tendenza lo accerteranno i possimi controlli delle forze dell'ordine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giro di vite sulle strade e contro il meretricio

LeccePrima è in caricamento