Cronaca Trepuzzi

Giù il volume: sigilli alla discoteca "fantasma"

Un locale privo di qualsiasi autorizzazione alle porte di Trepuzzi è stato sequestrato dalla Guardia di finanza mentre sulla pista da ballo 500 ragazzi di muovevano sotto i suoni dei disc jockey

Un locale con tutti i crismi della discoteca, dal parcheggio in mezzo gli ulivi al gabbiotto d'ingresso per la biglietteria, dalla pedana per il ballo alla postazione riservata ai disc jockey, da un fornitissimo bar allo stanzino per il guardaroba. Una discoteca vera e propria alla periferia di Trepuzzi, ma fantasma per il fisco e priva di qualsiasi autorizzazione. Due le persone denunciate dalla Guardia di finanza all'autorità giudiziaria.

Quando l'altra sera i militari delle Fiamme gialle sono giunti nel locale per un controllo, hanno trovato, tra gli ulivi, nell'area parcheggio, circa 300 auto, i mezzi a bordo dei quali 500 ragazzi erano giunti da quelle parti per trascorrere una serata in discoteca.

Ciò che ha sorpreso i finanzieri, è stata proprio l'organizzazione del locale, come si diceva, completamente sconosciuto al fisco e privo di qualsiasi autorizzazione. Ad iniziare dal permesso per il parcheggio e continuando per tutto il locale. Che all'ingresso non nascondeva di certo il gabbiotto per la cassa, per esempio, nel cui interno i militari hanno trovato denaro contante. E sempre la cassa era provvista di una macchinetta al vood per controllare le banconote ambigue da taglio più consistente, e poi biglietti d'ingresso e "timbrini" per consentire ai clienti di entrare e uscire a piacimento dal locale. Per non palare del bar, con annesso frigo, birra alla spina, e alcolici per tutti i gusti.

I due gestori della discoteca "fantasma" sono stati denunciati all'autorità giudiziaria e il locale posto sotto sequestro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giù il volume: sigilli alla discoteca "fantasma"

LeccePrima è in caricamento