Cronaca

Guai per chi sporca: ecco i Vigili nonni per l'Ambiente

Dal 1° giugno, ore serali, ufficiali e sottoufficiali in pensione vigileranno a Lecce tra le vie del centro ma anche in periferia con l'obiettivo di indurre i cittadini a rispettare il decoro urbano

L'assessore all'Ambiente Gianni Garrisi con i "vigili nonni ambientali"

LECCE - Vigili nonni davanti alle scuole ed ora Vigili nonni per l'Ambiente. E chi l'ha detto che la terza età confina gli anziani davanti alla tivù. Altroché. Arzilli più che mai, una ventina di nonni sono pronti ad indossare pettorina e capello di colore verde per vigilare tra le vie centrali di Lecce, ma anche nei quartieri di periferia, con lo scopo di prevenire comportamenti di quanti se ne infischiano dell'ambiente.

Il progetto, che partirà in via sperimentale dal prossimo 1° giugno fino al 23 agosto, in concomitanza con la festa di Sant'Oronzo - il periodo di pausa servirà a fare il punto sulla situazione dopo circa tre mesi dall'inizio attività e per riprendere quindi a settembre -, è stato presentato questa mattina a Palazzo Carafa dall'assessore all'Ambiente Gianni Garrisi.

Dieci coppie di anziani sono quindi pronti a vigilare a tutto campo armati di santa pazienza e di telefonino, che servirà a richiedere supporto alla polizia municipale nei casi un cui qualche male intenzionato si ostinasse a non volerne sapere di rispettare il decoro urbano. L'unica cosa che infatti i nonni non possono fare, è quella di sanzionare quanti sporcano la città, ma per tutto il resto hanno campo libero a 360 gradi, anche se la parola d'ordine per loro è prevenzione.

I Vigili nonni per l'Ambiente, per la maggior parte ufficiali e sottoufficiali in pensione, saranno in giro tra piazza Sant'Oronzo e strade del centro storico, ma anche, per esempio, in piazza Madre Teresa di Calcutta, zona Stadio, dalle 18 alle 22, il sabato e la domenica. Il progetto si avvale della collobarazione delle associazioni Amsen e Ansi.


In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guai per chi sporca: ecco i Vigili nonni per l'Ambiente

LeccePrima è in caricamento