Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca Nardò

Guardone col binocolo spiava dentro il poliambulatorio

Un 55enne di Nardò denunciato dai carabinieri per violazione della privacy. Non s'è capito perché, ma era fortemente attratto dagli uffici e dagli ambienti in genere, che scrutava comodamente da casa

NARDO' - Come un capitano della marina che scruti con attenzione tra le onde, fino alla linea dell'orizzonte, aveva con sé un binocolo per gettare l'occhio a lunga distanza. Ma non per puntarlo tra i flutti, visto che da Nardò il mare è abbastanza distante, quanto per osservare da vicino gli ambienti del poliambulatorio, oltre le finestre, e, chissà, studiare forse le mosse degli impiegati. Un agente segreto in missione? Più facile credere ad un più comune "guardone". Anche se ancora non s'è capito bene cosa o chi esattamente osservasse l'uomo, un 55enne, che i carabinieri della stazione di Nardò hanno denunciato a piede libero per violazione della privacy.


Certo è che aveva scelto una comoda postazione dalla sua abitazione, dritta, dritta verso il poliambulatorio, per poter puntare il suo binocolo e scrutare attentamente gli ambienti interni e gli uffici del distretto sanitario. Un'azione ripetuta più volte, che non è sfuggita ad altri occhi, quelli di alcuni cittadini, i quali si sono trasformati in voci al telefono, pronte a segnalare il singolare punto di osservazione messo in piedi dal 55enne in casa sua. E così, nel pomeriggio i militari si sono presentati in casa dell'uomo, chiedendo - è il caso di dire - di dare a loro volta un'occhiata in giro. Il binocolo della discordia alla fine è spuntato fuori, ed è finito sotto sequestro. Quanto ai motivi dello scrutare, bocca cucita, per ora. Proprio come il più imperturbabile degli agenti segreti?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guardone col binocolo spiava dentro il poliambulatorio

LeccePrima è in caricamento