I domiciliari gli vanno stretti e il gip manda il rapinatore dritto in cella

Gianluca De Paolis, 29enne, era stato già arrestato perché con due complici aveva eseguito in primavera una seri di colpi

UGENTO – Torna in carcere Gianluca De Paolis, 29enne, originario di Casarano, uno dei tre uomini arrestati ad aprile con una brillante operazione dei carabinieri, dopo una serie di rapine che avevano messo in subbuglio attività commerciali del basso Salento, fra Taviano, Racale e dintorni.

Questa volta De Paolis risponde di evasione dai domiciliari. Sono stati i militari della stazione di Ugento a dare esecuzione a un provvedimento che aggrava la misura cautelare nei suoi confronti. In ben due circostanze, infatti, il 29enne sarebbe stato sorpreso al di fuori dalla sua abitazione, e in particolare il 26 agosto e il 28 settembre.In entrambi i casi, De Paolis era stato denunciato all’autorità giudiziaria con l’accusa di evasione. Il gip del Tribunale di Lecce, ricevuta la comunicazione sul comportamento adottato, ha rilevato come fossero inadeguati gli arresti domiciliari, disponendo il carcere.

De Paolis Gianluca-2E nella casa circondariale di Lecce c’era già finito, come detto, perché accusato in concorso di una serie di rapine. Lui e due complici, erano diventati nella scorsa primavera, l’incubo dei commercianti dell’hinterland di Casarano. Nel pomeriggio del 13 aprile scorso, l’ultimo tentativo di incassare soldi facili. Ormai in allerta da giorni e determinati a catturare la banda, i carabinieri tesero loro un tranello.

Quando provarono a rapinare il supermercato Conad di via Sant’Antonio da Padova, a Taviano, un dipendente attivò l'allarme. Le strade dell'isolato e le principali vie di entrata e di uscita dalla cittadina erano state predisposte per il blitz già diverse ore prima. Così, poco dopo il colpo, furono intercettati sulla via per Racale. Mettendo così fine a una pericolosa attività seriale.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perde il controllo della moto e si schianta vicino casa: muore 35enne

  • Muore colto da infarto davanti alla scuola: attendeva la nipotina

  • Benzina e fuoco nell’autolavaggio: ma l'hard disk delle videocamere "sopravvive" alle fiamme

  • Non si fermano all’alt, schianto sul guardrail: in auto la targa rubata a un finanziere

  • Difendere un assassino, l’avvocato di De Marco: “Non siamo dei mostri”

  • Protezione civile: allerta gialla per possibilità di neve in tutta la regione

Torna su
LeccePrima è in caricamento