Cronaca

I lavoratori pro 275 tornano alla carica: "Presidente Emiliano risolvi il problema"

Consueto blocco stradale domenicale all'altezza dello svincolo per Scorrano del Comitato che si batte per l'infrastruttura e il proprio lavoro. Ennesimo appello alla Regione Puglia

LECCE – Ennesima domenica di protesta sulla strada statale 275, all’altezza dello svincolo per Scorrano, nei pressi dell’area servizi Samer, dove un gruppo di lavoratori è tornato, con striscioni e fumogeni, a far sentire le proprie ragioni e il proprio dissenso.

Sono i lavoratori che fanno capo al gruppo Palumbo, riuniti nel Comitato pro 275, i quali vorrebbero far cessare l’eterna querelle giudiziaria, usando come base di partenza, ora più che mai, una recente sentenza del Tar che ha giudicato illegittima l’esclusione del raggruppamento Coedisal-Matarrese dalla gara d’appalto per la modernizzazione dell’infrastruttura. Più di recente, nelle loro consuete manifestazioni domenicali con blocchi parziali del traffico per esporre gli slogan scritti nero su bianco, stanno richiamando l’attenzione del presidente della Regione, Michele Emiliano.

“Mentre la regione continua a tacere – dichiarano i lavoratori – noi imperterriti continuiamo a far rumore mantenendo viva l'attenzione sulla questione 275. Rivolgiamo il nostro appello al presidente Emiliano per una prova di forza nei confronti di Anas, arrivando anche alla sua totale estromissione, visto che è stata la principale artefice delle malefatte”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I lavoratori pro 275 tornano alla carica: "Presidente Emiliano risolvi il problema"

LeccePrima è in caricamento