I parenti non hanno sue notizie dal giorno prima: un uomo trovato senza vita in casa

E' accaduto nella serata di ieri, a Lequile. Un pensionato rientrato da qualche anno nel Salento è stato stroncato da un arresto cardiaco. Carabinieri e pompieri hanno sfondato la porta di casa

Foto di repertorio

LEQUILE – I suoi famigliari, preoccupati da diverse ore, si sono rivolti ai carabinieri. Ma lui era ormai morto.  Dopo aver sfondato la porta di ingresso di un’abitazione in via Verona, a Lequile, i militari dell’Arma di San Pietro in Lama hanno trovato un 80enne senza vita, probabilmente stroncato da un arresto cardiaco alcune ore prima. E’ accaduto nella serata di ieri, quando i nipoti dell’80enne, rientrato da circa cinque anni dalla Svizzera, si sono recati nell’appartamento.

Erano infatti preoccupati perché, dalla mattinata in poi, non avevano più avuto notizie dell’anziano. Nonostante avessero le chiavi, però, non sono riusciti ad accedere all’abitazione perché la serratura era stata bloccata dall’interno. Sul posto sono giunti i carabinieri assieme ai vigili del fuoco del comando provinciale. Una volta entrati in casa, però, la scena era ormai chiara: per l’80 non vi era più nulla da fare, se non constatare il decesso e fornirne comunicazione alla magistratura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il pm di turno, data l’assenza di segni di effrazione e comunque certi si sia trattato di un malore, ha disposto che la salma dell’uomo fosse restituita ai nipoti e ai figli, attualmente fuori Italia, per l’ultimo saluto. Pochi giorni addietro, un’altra triste vicenda, molto simile, è toccata anche a un 84enne di Maglie, stroncato da un ictus mentre si trovava in casa con la propria moglie: quest’ultima non lo ha potuto soccorrere perché allettata da un mese a causa di una malattia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Giovane turista fa il bagno e sul fondale ritrova bacino in ceramica del XIV secolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento