Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Mistero sulla donna annegata nello Ionio. Dopo 24 ore è ancora senza nome

E' priva di identità la vittima della fatalità avvenuta, intorno alle 11 di venerdì mattina, nel mare di Rivabella. Nessun parente ha contattato i carabinieri, i quali procederanno con l'inserimento delle impronte digitali nell'apposita banca dati. Prevista per lunedì l'autopsia, presso la camera mortuaria del "Vito Fazzi"

La compagnia dei carabinieri di Gallipoli

RIVABELLA (Gallipoli)- Un doppio dramma. L’unica cosa certa, al momento, è quel braccialetto che indossava al momento del decesso, con la scritta “Marilena” impressa sul monile. Ma è’ ancora mistero sull’identità della donna che, intorno  alle 11 di ieri mattina, è annegata nelle acque di Rivabella, la marina di Gallipoli, nei pressi dello stabilimento “Rosa dei venti”.

Di circa 65, o 70 anni, la vittima avrebbe accusato un improvviso malore, per poi perdere la vita davanti ai numerosi bagnanti che avevano preso d’assalto la spiaggia dello Ionio. Sono stati proprio i villeggianti a prestare i primi soccorsi alla donna, dopo averla riportata a riva. Ma per quest’ultima non c’era più nulla da fare: ogni tentativo di rianimarla si è rivelato vano.

Sopraggiunti i sanitari del 118, nel frattempo allertati da numerose segnalazioni, la salma è stata trasportata presso la camera mortuaria dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, in attesa che il medico legale esegua l’esame autoptico, previsto per la giornata di lunedì prossimo, per chiarire l’esatta causa che ha provocato la tragedia.

Nessuno dei parenti della vittima, che dovrebbe essere con ogni probabilità una turista, si è ancora presentato, nonostante la notizia sia stata divulgata ormai da oltre 24 ore. Il caso è finito nelle mani dei carabinieri della compagnia di Gallipoli, guidata dal capitano Michele Maselli, i quali provvederanno, come previsto dalla legge nei casi dei ritrovamenti di cadaveri privi di identità, all’inserimento delle impronte digitali nell’apposita banca dati, per risalire attraverso l’eventuale presenza di precedenti penali, alle generalità della donna. Che restano un interrogativo, assieme a quel nominativo riportato sul bracciale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mistero sulla donna annegata nello Ionio. Dopo 24 ore è ancora senza nome

LeccePrima è in caricamento