Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Idraulico si difende: "Assenteismo? Ho sempre lavorato"

Antonio Russo, il 57enne di Carpignano Salentino agli arresti domiciliari, ha respinto le accuse mosse dal pm, davanti al gip. "Mai avuta una stanza al Comune, ero a disposizione per ogni intervento"

Uno dei fotogrammi che ritraggono l'idraulico all'opera.

LECCE - Si è difeso dalle accuse Antonio Russo, l'idraulico di 57 anni di Carpignano Salentino finito la scorsa settimana agli arresti domiciliari per assenteismo. L'ha fatto nel corso dell'interrogatorio di garanzia che si è svolto questa mattina nella stanza del gip Giovanni Gallo, alla presenza dell'avvocato Luigi Corvaglia.

Russo ha spiegato di non aver mai avuto una sua postazione al Comune, e di non essersi mai sottratto ai lavori che doveva eseguire per conto dell'amministrazione comunale. Il 57enne ha dichiarato di essere sempre stato a disposizione dell'amministrazione per eseguire i lavori. Ha giustificato la su presenza nel deposito della zona industriale in virtù del fatto che l'uomo aveva proprio lì tutta la strumentazione necessaria per il suo lavoro. Russo ha raccontato anche di essere andato al Comune alle 22 di sera, quando si era verificato un guasto alla caldaia nel corso di un Consiglio comunale. Lo stesso era accaduto un sabato, quando si era recato ai campetti perché non funzionavano le docce. Insomma, i suoi interventi sono stati sempre puntuali.


Il pubblico ministero Giovanni De Palma, invece, gli contesta il reato di truffa aggravata per essersi assentato dal Comune dopo aver timbrato il cartellino. Sulla scorta delle sue dichiarazioni, l'avvocato Luigi Corvaglia ha presentato istanza di revoca degli arresti domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Idraulico si difende: "Assenteismo? Ho sempre lavorato"

LeccePrima è in caricamento