Cronaca

Nuovo contratto per la Ss 275, Igeco reagisce con sarcasmo: "Gare inutili"

La decisione di Anas di affidare il rifacimento della Statale al gruppo originariamente quarto, in seguito ad una sentenza di luglio del Consiglio di Stato, non convince affatto l'azienda amministrata di Cinzia Ricchiuto che ha diffuso una nota polemica

L'inizio della Ss 275 nei pressi di Maglie.

LECCE – Per un gruppo di aziende che esulta, un altro che promette scintille in ogni sede. La decisione di Anas di annullare il contratto sottoscritto per il rifacimento della Ss 275 e di procedere alla stipula di uno nuovo con il raggruppamento formato da Coedisal (del gruppo Palumbo) e Matarrese riportato dal Consiglio di Stato dal quarto al primo posto della graduatoria, non è l’ultimo capitolo di una storia che divide l’opinione pubblica e che ha visto l’apertura di una serie di contenziosi destinata a prolungarsi. Almeno così pare leggendo la nota di Cinzia Ricchiuto, amministratore delegato di Igeco Costruzioni Spa, azienda mandante del raggruppamento di imprese che originariamente si era aggiudicata il maxi appalto.

Il primo punto di contestazione riguarda l’orientamento del supremo tribunale amministrativo che, sapendo di non poter annullare un contratto per un’opera ritenuta strategica “ha invitato l’amministrazione appaltante a farlo, nell’ambito del suo potere discrezionale. Anas – spiega la numero uno di Igeco - non se lo è fatto ripetere due volte e, proprio in prossimità dell’udienza che avrebbe dovuto chiarire la portata di questo invito contenuto in sentenza, ha agito cambiando l’appaltatore”. Il riferimento è qui alla richiesta di chiarimenti in ottemperanza della sentenza di luglio, cioè sul come quella decisione dovesse praticamente essere applicata.

La numero uno di Igeco Costruzioni consegna quindi all’opinione pubblica una considerazione molto caustica: “La vicenda della Ss 275, inserita nel più ampio panorama delle gare per la costruzione di strade nel nostro Salento, conferma l’inutilità di procedere a indire gare per l’affidamento di tali lavori. Meglio non  perdere tempo e denaro nell’esperire gare che generano graduatorie viziate da macroscopiche illegittimità, con riferimento solo a taluni partecipanti. Tanto vale allora arrivare allo stesso risultato procedendo a trattativa privata”.

Ma non è il segnale di una resa: “Continueremo a difendere la nostra posizione legittima in ogni più opportuna sede nella consapevolezza che il nostro contratto non può essere risolto e  nella speranza che le istituzioni chiamate ad affrontare e giudicare ancora l’appalto della Ss 275 possano mettere argine alle ‘mostruosità’ perpetrate da Anas.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo contratto per la Ss 275, Igeco reagisce con sarcasmo: "Gare inutili"

LeccePrima è in caricamento