Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Il Comune dà l'ok: la scuola di via Chiaiese si vende

La ex succursale era inserita nell'elenco dei beni alienabili. Pubblicato il bando per l'asta pubblica. Offerte entro il 20 novembre. Confermati i timori del preside del Nautico, Andrisani

Gli uffici comunali via Pavia

I timori palesati dal preside dell'Istituto Nautico di Gallipoli, Salvatore Andrisani, si sono materializzati. O meglio con la pubblicazione odierna del bando pubblico per l'alienazione dell'immobile di via Chiaiese (già sede succursale dell'Istituto Comprensivo 1° Polo) è stata ufficializzata la volontà manifesta del Comune di Gallipoli di vendere quel complesso dopo che già il Consiglio comunale, nel maggio scorso, si era espresso in tale direzione. La sede della ex scuola, di proprietà comunale, sarà dismessa. Un complesso di due piani (per il quale l'amministrazione Venneri aveva impegnato più di 100mila euro per la messa in sicurezza e la manutenzione straordinaria) che abbraccia oltre a via Chiaiese, anche via Mazzini e via De Vita e che sarà venduto al miglior offerente per una somma non inferiore a 160mila euro. C'è tempo sino al 20 novembre prossimo per presentare le offerte e per partecipare all'asta pubblica secondo il disciplinare contenuto nell'avviso pubblico in allegato redatto dal dirigente responsabile, Pantaleo Isceri.

Sembra così sfumare una delle soluzioni alternative prospettate proprio dall'amministrazione comunale gallipolina al dirigente dell'Istituto Nautico "Vespucci", Andrisani. Ovvero quella di cedere i locali della vecchia succursale del 1° Polo proprio all'Istituto superiore alle prese con la penuria di aule e di laboratori nonostante il trasferimento dalla sede di via Gramsci a quella nuova della provinciale per Sannicola. Un'ipotesi sulla quale lo stesso preside Andrisani aveva da subito manifestato la sua perplessità proprio in considerazione del fatto che quell'immobile era stato inserito tra i beni in dismissione. E che il Comune non aveva ufficialmente redatto alcun atto che comunicasse la revoca di quell'orientamento. L'immobile di via Chiaiese era in predicato di essere venduto e ora quella volontà è confermata dalla pubblicazione dell'avviso di asta pubblica. Anche se una sporadica possibilità è insita nello stesso disciplinare di gara. Infatti tra le righe si precisa che "l'immobile sarà venduto nello stato di fatto in cui si trova e sarà reso disponibile libero al compratore il 1 settembre 2008". Ovvero ci sarebbe ancora tutto l'anno scolastico in corso per tamponare, eventualmente, l'emergenza aule per il Nautico con la disponibilità temporanea della sede di via Chiaiese. Ma entro il prossimo settembre, a vendita ormai avvenuta, bisognerebbe necessariamente sloggiare di nuovo.

Ecco perché sulla problematiche delle aule e dei laboratori del "Vespucci" la soluzione sembra ancora lontana. Nonostante della situazione, su iniziativa del consigliere provinciale Giuseppe Coppola, sia stata investita anche l'apposita commissione consiliare di palazzo dei Celestini. Dopo l'ultima riunione della stessa Commissione (che non si è svolta in loco come chiesto dal consigliere azzurro) sulle sorti del Nautico è calato, stranamente, il silenzio più assoluto. Nessuno lamenta più disagi, così come nessuno si è preso la briga di indicare nuove soluzioni.

Avviso asta pubblica immobile via Chiaiese

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune dà l'ok: la scuola di via Chiaiese si vende

LeccePrima è in caricamento