Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Il decalogo del buon proprietario di un coniglio

Dalll'alimentazione al giaciglio, dai modi per avvicinarlo, a quelli per tenerlo. Ecco dieci consigli offerti da un medico veterinario per chi è proprietario di un coniglio

conigli-2007-22-esp

Dalll'alimentazione al giaciglio, dai modi per avvicinarlo, a quelli per tenerlo. Ecco dieci consigli offerti da un medico veterinario per chi è proprietario di un coniglio.

1. Non acquistate conigli più piccoli di un mese d'età, perchè sono stati allontanati dalla mamma troppo precocemente e sono molto più delicati.

2. Quando scegliete un coniglietto osservate bene che non sia eccessivamente magro, che abbia gli occhi, il nasino, il pelo sotto la coda e le zampe puliti, senza lettiera o feci attaccate.

3. Chiedete al negoziante quale è stata la sua alimentazione fino ad allora, compratene un po', insieme a del buon fieno, che deve essere sempre lasciato a sua disposizione. Una volta a casa, sostituitela molto lentamente con verdura fresca, unico alimento corretto e sano per il vostro coniglio.

4. I conigli mangiano solo: tanto fieno e verdura, un po' di frutta e qualche volta anche degli ortaggi. annoverate fra i vostri migliori amici un fruttivendolo, unico modo di risparmiare qualcosa.

5. Portatelo da un veterinario competente appena possibile, saprà anche darvi buoni consigli sulla gestione di questo nuovo amico.

6. Una volta a casa sistematelo, con la sua gabbia, in una stanza silenziosa e tranquilla, senza disturbarlo. Immaginate come appare il mondo al vostro coniglio: è stato allontanato dai suoi simili, è circondato da un nuovo ambiente, c'è un enorme animale (voi) che lo guarda e lui non ha la minima idea di quello che succederà?.

7. Dategli tempo e modo di fidarsi di voi, aspettando che sia lui ad avvicinarsi, magari invitandolo con un pezzettino di mela o di carota, e continuatela a tenere in mano mentre lui la sgranocchia, resistendo all'idea di coccolarlo.

8. Il coniglio è un animale che non può vivere sempre in gabbia, quindi deve, ogni tanto, avere un po' di spazio a sua disposizione. Ma attenzione, quando gira libero per casa, deve essere sorvegliato a vista, perché ha una predisposizione innata a rosicchiare tutti i fili elettrici, riuscendo a farlo prima che voi ve ne accorgiate, ma gradisce anche muri e gambe dei tavoli.

9. Il coniglio, in natura, abita sottoterra ed è la preda principale di svariati altri animali, quindi è completamente contro la sua personalità essere tenuto sollevato dal terreno o trattenuto contro la sua volontà, come farebbe con lui un predatore: quando avrete voglia di godervi il suo bel pelo morbido, sul divano , guardando la tv, sappiate che lui probabilmente non è d'accordo.


10. Anche il coniglio fa le feci e le urine. La sua lettiera, non la sabbiolina dei gatti, ma possibilmente tutoli di mais o di giornali pressati, va cambiata almeno una volta al giorno. Alle prime difficoltà non è consentito cercare le ricette di cucina su internet: avete scelto voi di prenderlo e avete il dovere di tenerlo nel miglior modo possibile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il decalogo del buon proprietario di un coniglio

LeccePrima è in caricamento