Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Il decalogo per salvarli dai botti Capodanno

L'idea è dell'Ufficio Diritti animali del Comune di Roma ma il progetto anti-stress per cercare di limitare i danni provocati agli animali dall'uso dei petardi può essere applicato in tutta le città

gatti-2

L'idea è dell'Ufficio Diritti animali del Comune di Roma, in collaborazione con l'Associazione volontari canile Porta Portese, ma il progetto anti-stress per cercare di limitare i danni provocati agli animali dall'uso dei petardi può essere applicato in tutta le città italiane.

L'Ufficio sottolinea come ad ogni Natale e Capodanno fuochi d'artificio e petardi imperversino nella città, e il loro uso è fortemente stressante per gli animali che, terrorizzati, scappano a rischio investimenti, o manifestano nel tempo vere e proprie crisi di panico. Ogni anno, infatti, si registrano numerosi ingressi nei canili subito dopo Capodanno di animali smarriti e investiti.
Cani e gatti hanno, infatti, udito e olfatto molto più sviluppati dei nostri e nel panico e nella confusione possono avere reazioni inconsulte, come gettarsi nel vuoto, strappare il guinzaglio o correre per la strada, mettendo a serio rischio l'incolumità loro e degli altri.

Ecco allora dieci consigli utili per proteggere dal delirio umano durante la notte di Capodanno i nostri amici a quattro zampe:

1) Non mostrarsi troppo protettivi verso gli animali e non guardarli negli occhi quando scoppiano i petardi, si aumenterebbe la loro paura;
2) Tenerli in appartamento, meglio se in una stanza lontana dai rumori e in penombra, con un rifugio magari sotto al letto;
3) Minimizzare l'impatto dei botti accendendo radio o tv;
4) Non lasciarli soli in giardino o in balcone, potrebbero farsi male, scappare o buttarsi di sotto. Togliere dagli esterni gabbie di uccelli, roditori e altri animali;
5) Non tenere i cani legati a catena, potrebbero strozzarsi;
6) Passeggiare col cane saldamente al guinzaglio. Nei casi più gravi, chiedere al veterinario se tranquillizzarli con un blando sedativo, rimedi omeopatici o di erboristeria;
7) Assicurarsi per tempo che gli animali siano identificabili con microchip, tatuaggio e medaglietta;
8) Se l'animale scompare, cercarlo subito in zona. Potrebbe essersi nascosto poco distante da casa.
9) Contattare il canile comunale di zona e le associazioni animaliste di zona per comunicare la scomparsa, e presentare denuncia di smarrimento a Vigili o Carabinieri;

10) Preparare una locandina con foto e telefoni, affiggerla intorno casa e diffonderla via Internet a siti ed e-mail animaliste.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il decalogo per salvarli dai botti Capodanno

LeccePrima è in caricamento