Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Il guardiano sente rumori, lo accerchiano e rapinano prima di fuggire

E' successo nella notte presso l'area servizi Eni Agip all'imbocco della strada statale 613. Forse gli stessi che hanno tentato un furto anche alla Total Erg del centro Mongolfiera 24 ore prima. Il malcapitato depredato di 50 euro

LECCE– Sono entrati nell’area di servizio per un furto, alla fine hanno dovuto ripiegare con appena 50 euro, eseguendo una sorta di rapina. Soldi, peraltro, non della cassa del distributore, ma del malcapitato guardiano che s’è ritrovato accerchiato da alcuni individui nel cuore della notte, senza possibilità di difendersi.

E’ successo intorno all’una di notte presso il distributore Eni Agip sulla strada statale 613, prima dell'uscita per Squnzano e Casalabate. Tre i soggetti, incappucciati, che hanno fatto irruzione nell’area, intenzionati a forzare qualche ingresso per mettere a segno la consueta razzia. Il quarto uomo li attendeva in auto, un’Audi station wagon.

IMG_6627-3Sono però rimasti sorpresi quando, iniziando a “lavorare” con gli attrezzi per forzare la porta, si sono ritrovati di fronte un uomo. Un guardiano che stava sostando per l’intera notte sul posto e che è uscito verso l’esterno dal gabbiotto sentendo rumori sospetti. I malviventi l’hanno circondato e minacciato. Il malcapitato è stato costretto a cedere i soldi che aveva in tasca, dopodiché la banda ha preferito svignarsela con quel misero bottino, piuttosto che proseguire oltre.

Sul posto sono intervenuti poco dopo i carabinieri del Norm di Lecce per le indagini. Non è da escludere che possa trattarsi degli stessi ladri che la notte precedente hanno tentato il furto nell’area carburanti Total Erg del centro commerciale Mongolfiera di Surbo. Lo suggeriscono la vicinanza territoriale e il fatto che i due episodi siano avvenuti a breve distanza temporale uno dall’altro.

Nel caso della notte precedente, i malviventi sono stati costretti alla fuga dopo che è scattato l’allarme e sul posto sono arrivati i vigilanti della Fidelpol. Anche questa volta il colpo vero e proprio può dirsi fallito. A rimetterci è stato in proprio il guardiano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il guardiano sente rumori, lo accerchiano e rapinano prima di fuggire

LeccePrima è in caricamento