Cronaca Porto Cesareo

“Il mare da toccare”: l'Amp schiuderà le meraviglie dei fondali ai disabili

Il progetto promosso dall’Area marina protetta di Porto Cesareo e dall'associazione ‘Albatros’ intitolata al grande nuotatore Paolo Pinto. La presentazione ufficiale del corso domani a Bologna, presso l’Apnea’s Theatre – Eudishow. Nuove tecniche per permettere a tutti di fruire del mare

PORTO CESAREO – L’acqua ha generato la vita sul pianeta e forse nulla è davvero di tutti come il mare. Non tutti, però, possono goderne gli angoli più nascosti e affascinanti, i fondali pieni di meraviglie, facendosi trasportare dolcemente dalla corrente. Nasce da qui l’idea di un progetto dal titolo suggestivo, aperto alle diverse abilità: “Il mare da toccare”.

A farsene carico sono l’Area marina protetta di Porto Cesareo e ‘Albatros’ “Progetto Paolo Pinto - Albatros Scuba Blind International – Asbi”. La presentazione ufficiale avverrà domani, in un workshop tematico che si svolgerà a partire dalle 17 presso l’Apnea’s Theatre – Eudishow di Bologna Fiere, la più grande rassegna nazionale della subacquea.

Nell’ambito del progetto è previsto un protocollo di intesa per la realizzazione di un corso rivolto a istruttori, aiuto istruttori, dive master, guide operanti nella rete dei Parchi del Salento, per la formazione e l’accompagnamento di sommozzatori  non vedenti e disabili, con il rilascio della certificazione internazionale ‘Cmas disabled’.

Durante il corso si apprenderanno metodi specifici totalmente nuovi in questo campo, per consentire raggiungere particolari obiettivi subacquei e di comunicazione. Sarà una vera e propria… immersione grazie alla collaborazione di subacquei non vedenti. Il tutto è finanziato con i fondi del programma Interreg Grecia-Italia 2007/2013 e fa capo al progetto “Epa - Environmental Park”, del quale è beneficiaria la Provincia di Lecce.

“È un'azione fortemente voluta da tutti gli attori protagonisti del progetto, e rappresenta un grande successo perché apre i Parchi del Salento ad una fruizione libera da parte di chiunque voglia godere delle bellezze e delle ricchezze dei suoi fondali, abbattendo ingiuste ed inique barriere”, hanno commentato il presidente della Provincia di Lecce, Antonio Gabellone, quello dell’Amp di Porto Cesareo, Remì Calasso, e la responsabile di ‘Albatros’, Angela Costantino Pinto, moglie dell’indimenticabile Paolo Pinto, barese, nuotatore di livello internazionale, che ha stabilito molteplici record e imprese e che è venuto a mancare nel 2004. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Il mare da toccare”: l'Amp schiuderà le meraviglie dei fondali ai disabili

LeccePrima è in caricamento