Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Corrente forte, decine di salvataggi. E a prestare aiuto c'è anche un attore

A Pescoluse un capovolgimento meteo ha provocato seri problemi. Gli assistenti hanno aiutato sei persone. Per un'altra si è temuto il peggio. Interviene anche Michele Cantalupo

Un momento dei soccorsi oggi nelle marine di Salve (Luca Capoccia photo)

SALVE – A un certo punto hanno iniziato a volteggiare le bandiere rosse sui litorali della zona di Pescoluse e Posto Vecchio, marine di Salve. Il vento è cambiato all’improvviso, il mare è diventato pericoloso, soprattutto per quanti, inesperti, si sono avventurati a decine di metri di distanza dalla riva. E in molti si sono trovati in difficoltà, a partire da questa mattina e fino al pomeriggio inoltrato. Un drastico capovolgimento delle condizioni meteomarine che ha messo a dura prova i nervi dei soccorritori, tanto gli assistenti bagnanti volontari, quanto guardia costiera e persino chi, di getto, è intervenuto in aiuto di persone in difficoltà.

Fra questi, curiosità, anche un attore, il 49enne napoletano Michele Cantalupo, in questi giorni nel Salento per girare alcune scene della fiction “Nuova camorra” del regista Max Bellocchio e che stamattina con l’amico e attore salentino Tony Sarcinella e altre dello staff aveva raggiunto la spiaggia di Posto Vecchio.  

Corrente forte e problemi seri

C’è stato una sorta di fuggi-fuggi dal mare, insomma, e, per chi si è trovato in difficoltà particolari, l’intervento di due assistenti bagnanti. Raccontano alcuni presenti che non facevano a tempo a osservare con il binocolo dalla spiaggia, individuare il punto e lanciarsi, che già si presentava un nuovo caso. Ben sei le persone riportate a riva soltanto nella prima parte della giornata, usando anche le moto d’acqua, sebbene probabilmente i soccorsi siano stati, nelle ore successive, persino di più.

Un uomo trascinato al largo

Per una settima persona, fra l’altro, un 59enne di Patù, si è temuto persino il peggio. Tanto che c’è stata necessità di un intervento della guardia costiera. Sono stati momenti difficili, e per fortuna, questa volta, la tragedia si è evitata. La chiamata al 1530, il numero della sala operativa, effettuata da uno degli assistenti intervenuti, è stata tempestiva. Ai militari ha spiegato dei vari salvataggi effettuati, ma ha aggiunto che un uomo in particolare non era rientrato a riva. Una situazione davvero particolare, in cui non c’era un istante da perdere. Sono scattati così immediatamente i soccorsi. Dal porto di Leuca è uscita la motovedetta Cp 886. A bordo anche personale sanitario della Croce rossa italiana. Altre pattuglie sono state inviate via terra.

Soccorso da un'imbarcazione

Poco prima che la motovedetta raggiungesse il luogo della segnalazione, l’uomo, in serie difficoltà, era stato comunque individuato e soccorso da un’imbarcazione. Trasferito sul mezzo nautico della guardia costiera, qui ha ricevuto le prime cure. E quando l’unità di soccorso è giunta in porto, il 59enne è stato affidato al personale medico del 118, nel frattempo avvisato, che ha provveduto agli ulteriori accertamenti. Importante si è rivelata, nell'occasione, anche la collaborazione, da poco rinnovata, fra Capitaneria di porto e Croce rossa, con personale sanitario a bordo, specializzato nei salvataggi in acqua e in grado di fornire le prime cure, al momento del ritrovamento di bagnanti in situazioni d'emergenza. 

L'attore scherza: "Come in Baywatch"

WhatsApp Image 2018-07-22 at 22.34.58-2Come detto, c’è stata anche una parentesi singolare quando l’attore Cantalupo, senza pensarci un attimo, vedendo una mamma con un bimbo in difficoltà, si è lanciato in acqua, precedendo di poco l’assistente dei bagnanti. Per telefono ci scherza sopra, e dice: “Ho fatto una corsa alla Baywatch, praticamente una scena da film”. E rassicura anche su come siano andati i fatti. “Il bagnino era alle mie spalle e mi seguiva di pochi metri con la ciambella di salvataggio. Probabilmente ha notato la scena solo un attimo dopo. Ma vi assicuro che questi ragazzi andavano e venivano, non facevano a tempo a soccorrere qualcuno, che già dovevano andare da qualcun altro in difficoltà”.

La donna era con un bimbo

La donna, settentrionale in vacanza con la famiglia, era a diverse decine di metri e la situazione è parsa piuttosto seria, vista la corrente. Le difficoltà erano evidenti. “Ho fatto una corsa da lei, si è aggrappata al braccio e ho preso bambino. Il bagnino, alle mie spalle, visto che la situazione era in sicurezza, è andato a salvare altre persone”. Per la tensione accumulata, non sono mancate anche alcune polemiche sui soccorsi, ma sta di fatto che la situazione, oggi, è stata particolarmente difficile e che comunque, sfidare il mare quando le condizioni suggeriscono prudenza, rappresenta sempre un rischio.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corrente forte, decine di salvataggi. E a prestare aiuto c'è anche un attore

LeccePrima è in caricamento