Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Il mistero del cadavere senza nome: diffuse le immagini dei suoi oggetti

In attesa dell'autopsia, che il medico legale Ermenegildo Colosimo terrà lunedì prossimo per stabilire le cause del decesso, si cerca ancora di risalire all'identità della donna rinvenuta senza vita a Frigole

La polizia sul luogo del ritrovamento, lunedì scorso.

LECCE – Resta ancora senza nome il cadavere della donna ritrovato lunedì scorso sulla costa di Frigole. Da Pasquetta sono trascorsi tre giorni, e in attesa dell’autopsia che si svolgerà il 4 aprile, le indagini proseguono per tentare di accertare l’identità, atteso che per comprendere le cause precise che hanno condotto alla morte forse servirà proprio l’esame del medico legale, individuato dalla Procura nello specialista Ermenegildo Colosimo (già intervenuto per una prima ispezione la mattina del ritrovamento).

Un mistero ancor più fitto se si considera che nessuno, fino a questo momento, s’è fatto avanti per rivendicare la scomparsa di una propria congiunta o di un’amica, né in provincia di Lecce, né in quella limitrofa di Brindisi.

Per agevolare le ricerche, questa mattina la questura leccese ha inviato alcune immagini. Sono visibili nella galleria fotografica in basso (cliccare sopra per aprirle a tutta pagina e visionarle attentamente). Ritraggono un paio di scarpe da ginnastica “American Eagle”, un orologio da polso e un orecchino d’oro con una pietra azzurra. Sono tra i pochi oggetti che aveva addosso la donna. La speranza è che qualcuno possa identificare la vittima partendo proprio da questi dettagli specifici.  

Il ritrovamento è avvenuto intorno alle 10 del 28 marzo scorso. A Frigole, nei pressi di via Delle Gerbere, è stata inviata una volante di polizia. Il cadavere si trovava sul bagnasciuga della spiaggia adiacente. A notarlo, alcuni passanti.

Il corpo giaceva in posizione prona, semicoperto dalle alghe che lasciavano intravedere solo parte della schiena, delle gambe e un paio di scarpe da ginnastica di colore azzurro e bianco. L’esame del medico legale ha fatto ritenere che il decesso potesse essere fissato a livello temporale a oltre una settimana prima. La donna avrebbe avuto un’età apparente fra i 55 e i 60 anni, forse di più. Era robusta e di carnagione chiara.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il mistero del cadavere senza nome: diffuse le immagini dei suoi oggetti

LeccePrima è in caricamento