menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il pacchetto vola durante l'inseguimento, oltre 120 grammi di eroina

Arrestati due giovani a Matino. Non sono riusciti a distanziare l'auto dei carabinieri che volevano fermarli per un controllo

MATINO – Sono finiti entrambi ai domiciliari per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. A fermarli, una pattuglia dei carabinieri del Nucleo radiomobile della compagnia di Casarano. Nei guai sono finiti Alessandro Giannelli, 40enne, e Patrizio De Donatis, 43enne, entrambi di Matino.

I militari, ieri sera, stavano effettuando una perlustrazione nelle zone rurali, quando, in contrada “Coline”, hanno notato una Fiat Punto. L’auto gli è parsa sospetta. Hanno deciso di controllarla, ma il conducente, poi identificato in Giannelli, non ha colto l’invito a fermarsi. Piuttosto, per tutta risposta, ha accelerato cercando di guadagnare terreno.

giannelli alessandro-2de donatis patrizio-2N’è nato un breve inseguimento, che ha visto i militari bloccare la Punto e passare rapidamente alle verifiche. La perquisizione a carico del passeggero, De Donatis, ha permesso di rinvenire all’interno del marsupio una dose di 2 grammi di hashish, una di 1 grammo di eroina, un bilancino di precisione e un coltello a serramanico con la lama di 10 centimetri, ancora intrisa di sostanza stupefacente.

Poco, si dirà, per accuse di maggior spessore. Tuttavia, nel corso dell’inseguimento, ai carabinieri non è sfuggito il volo di un oggetto dal finestrino. Sono quindi andati a ritroso, controllando palmo a palmo il tragitto della fuga, scoprendo un involucro con nastro isolante contenente ben 122 grammi di eroina. Il pubblico ministero di turno, Donatina Buffelli, ha concordato per l’arresto, destinandoli ai domiciliari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento