Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

Il presepio vivente nel frantoio ipogeo del 1500

Rievocazione a Minervino del presepio vivente all'interno di un frantoio ipogeo, risalente al 1500. La manifestazione è organizzata dall'associazione "Ogm" e si protrarrà da Natale all'Epifania

L'idea parte dall'associazione di Minervino "Ogm", che per le festività natalizie ha pensato di far rivivere la Natività all'interno di un suggestivo frantoio ipogeo risalente al XVI secolo, che si estende per oltre 700 metri quadrati. Il presepe vivente rimarrà pertanto aperto al pubblico, dalle ore 17 alle 21, il giorno di Natale, 26 e 30 dicembre, ma anche a Capodanno e il 6 gennaio.

E così, nella particolarità del frantoio ipogeo rivive l'antica Betlemme, rinascono remote scene di vita, rivivono tradizioni salentine mescolate, per affascinare e far sognare il visitatore nella suggestiva atmosfera natalizia.

All'uscita i visitatori potranno degustare le tradizionali "pittule" preparate e distribuite dai giovani dell'associazione "Officina Giovanile" di Monervino. Il giorno dell'Epifania, i Re Magi porteranno i doni al bambino Gesù e si concluderà così l'edizione del presepe Minervinese .

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il presepio vivente nel frantoio ipogeo del 1500

LeccePrima è in caricamento