Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Il Riesame annulla il sequestro delle due inchieste de il "Tacco d'Italia"

A darne notizia è stato lo stesso direttore. Il decreto di sequestro era stato emesso dal gip del Tribunale di Lecce su richiesta della Procura

LECCE – Il Tribunale del riesame ha annullato il sequestro preventivo per due inchieste pubblicate nelle scorse settimane sul quotidiano il Tacco d’Italia. A darne notizia è stato lo stesso direttore Marilù Mastrogiovanni, dopo la notifica del provvedimento di accoglimento dell'istanza presentata dai legali del giornale. Il decreto di sequestro era stato emesso dal gip del Tribunale di Lecce su richiesta della locale Procura.

In particolare, a essere “oscurata” era stata l’inchiesta “I tentacoli del clan Potenza sul Comune di Casarano e sul Basso Salento”, in cui Mastrogiovanni punta il dito sui presunti interessi della criminalità organizzata negli appalti sulla raccolta dei rifiuti e in particolare sui rapporti intrecciati dal presunto boss Augustino Potenza. La pagina è nuovamente consultabile.

“Abbiamo perso un sacco di tempo – ha commentato il direttore sulla pagina facebook del giornale – per ribadire che esistono la libertà di stampa e l’articolo 21 della Costituzione. I giornali non sono soggetti a censura. I giudici hanno ribadito che la testata giornalistica telematica, in quanto assimilabile a quella cartacea, non può essere oggetto di sequestro preventivo. Trascorro il mio tempo a difendermi da querele temerarie”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Riesame annulla il sequestro delle due inchieste de il "Tacco d'Italia"

LeccePrima è in caricamento