Cronaca

Il Salento continua a bruciare: incendi a Villa Convento, Baia Verde e Maglie

Nel primo giorno della campagna antincendi regionale una serie di interventi hanno impegnato per diverse ore le squadre di vigili del fuoco, protezione civile e forze dell’ordine. In fumo pineta, ulivi, macchia mediterranea ed ettari di vegetazione. Chiusa temporaneamente la Gallipoli-Leuca

LECCE - Anche oggi un’intera giornata funestata dalle fiamme che hanno interessato diverse zone rurali, pinete e macchia mediterranea in diverse località del Salento: colpite un'area della provinciale per Avetrana, in zona di Nardò, altre a Maglie, e Villa Convento e le zone di canneto e vegetazione a sud della Baia Verde di Gallipoli, a ridosso della statale 274, chiusa al traffico per alcune ore nel primo pomeriggio.

L’attività delle squadre di vigili del fuoco, protezione civile, carabinieri forestali e forze dell’ordine in genere è ripresa da dove, in realtà, non si era mai interrotta dopo le ultime due giornate campali, tra domenica e lunedì. E nel giorno dell’avvio della campagna anti incendi boschivi, coordinata dalla Regione, lo scenario è anche oggi quello dell’emergenza.

Ancora una volta le sferzate di vento di tramontana, che hanno spirato sul territorio salentino, hanno complicato le attività di controllo e spegnimento dei diversi roghi. E solo la prontezza e la professionalità delle squadre d'intervento tra vigili del fuoco, protezione civile, Arif e volontari con il supporto di tutte le forze dell’ordine chiamate in campo, sta consentendo di fronteggiare il costante pericolo alimentato dalle lingue di fuoco.

A margine anche la nota di Coldiretti Puglia secondo cui a favorire gli incendi è anche il “contesto di abbandono nel Salento colpito dalla xylella. E’ rilevante il problema sicurezza” evidenzia l'associazione di categoria, "considerato il numero di richieste di intervento ai vigili del fuoco di Lecce, oltre alle chiamate alla protezione civile per spegnere gli incendi divampati nei campi abbandonati con gli alberi ormai secchi per il batterio".

Alberi in fiamme sulla Nardò-Avetrana

Un vasto incendio si è sviluppato già nella tarda serata di ieri a ridosso delle campagne che insistono lungo la strada provinciale 359 che da Nardò conduce ad Avetrana, in località Giudice Giorgio. Per domare le fiamme, che hanno invaso anche parte della vegetazione a ridosso della carreggiata, e che hanno distrutto diversi alberi di uliveto, sono intervenute le squadre dei vigili del fuoco con più mezzi sul posto. Per bonificare l’area si è lavorato sino alle 4 di questa mattina. Monitoraggio e controllo della viabilità sono stati affidati alle pattuglie della polizia locale di Nardò giunte sul posto.

Pineta distrutta a Maglie

La forza distruttrice delle fiamme ha interessato anche un’intera pineta che costeggia la strada lungo via Capitano Macchia, che già dalla serata di ieri ha visto confluire sul posto i vigili del fuoco del distaccamento locale e i carabinieri. Si è temuto che l’incendio potesse interessare anche le abitazioni che si trovano nelle vicinanze della pineta.

Le fiamme infatti hanno avuto “terreno fertile” per la presenza di numerosi alberi abbattuti, e ormai secchi, che hanno alimentato il rogo. Dopo diverse ore i caschi rossi hanno respinto l’avanzata dell’incendio, ma sono dovuti intervenire anche nella mattinata di oggi per frenare una ripresa delle fiamme rinvigorite dal vento.

Vasto rogo sulla Lecce-Villa Convento         

Un altro vasto rogo ha distrutto un’ampia zona di vegetazione e macchia a ridosso della strada provinciale che collega Novoli a Villa Convento, non molto distante dal centro abitato di Lecce. Anche in questo caso l’incendio ha tenuto impegnate diverse squadre dei vigili del fuoco del comando provinciale che sono intervenute per fronteggiare il fronte del fuoco per l’ennesima emergenza giornaliera.

IMG-20210615-WA0007-3    

Incendio e fumo a sud della Baia Verde

Un vasto incendio di sterpaglie, che non ha risparmiato alcuni alberi d’ulivo, si è sviluppato intorno alle 14 in un terreno a ridosso della statale 274, lungo il versante sud della Baia Verde e zona Li Foggi. Le fiamme anche in questo caso si sono propagate velocemente e la densa colonna di fumo sospinta dai margini della carreggiata lungo la statale ha creato non pochi problemi alla circolazione. Per questo motivo un tratto della strada è stato temporaneamente chiuso al traffico, con intervento delle pattuglie della polizia stradale e del commissariato di Gallipoli per agevolare la viabilità.

I vigili del fuoco e il personale Arif, carabinieri forestali e le squadre antincendio della protezione civile di Gallipoli e Taviano e delle altre squadre convezionate con il servizio di protezione civile della Regione Puglia, hanno operato per diverse ore in località "li Foggi" e lungo le campagne a ridosso della statale. In fumo circa 20 ettari tra alberi d’ulivo e sterpaglie bruciati anche per la complicità del forte vento di tramontana. Non si sono registrati fortunatamente feriti o ulteriori danni per abitazioni o immobili rurali.  

 Protezione civile Taviano-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Salento continua a bruciare: incendi a Villa Convento, Baia Verde e Maglie

LeccePrima è in caricamento