Cronaca

Il servizio mensa non parte, mamme sul piede di guerra

Ancora disagi nelle scuole di Maglie con il servizio mensa comunale, ancora senza ditta e senza una data precisa: i genitori degli alunni denunciano il disagio, che incide sugli equilibri quotidiani

interno_scuola-2

MAGLIE - Servizio mensa, questo sconosciuto. A Maglie, è di nuovo caos sulla questione, dopo le numerose vicissitudini dello scorso anno. E alcune mamme della scuola d'infanzia e della primaria sono sul piede di guerra davanti all'incertezza di tempi di un servizio, che contrariamente a quanto accade intorno, nell'hinterland, non è ancora partito.

La portavoce delle mamme rivela come in un gruppo le donne si siano recate nei giorni scorsi in un paio di occasioni alla sede municipale, per avere dai dirigenti comunali specifiche informazioni sull'apertura del servizio mensa: "Prima - afferma - ci è stato preannunciato che sarebbe partito a fine ottobre, mentre martedì non ci hanno saputo dare risposta. Quindi, sospettiamo che i tempi si protraggano ancora".

Un'incertezza che destabilizza la vita scolastica, gli stili di vita familiari, dove spesso molte mamme sono condizionate dagli impegni di lavoro e senza quest'aiuto fanno fatica a gestire gli orari con i figli; ma la situazione si ripercuote anche sugli alunni, che rischiano di risentirne sul piano della programmazione delle attività, come spesso lamentano gli stessi docenti: "Ciò che fa specie - spiega una delle madri - è il non avere tempi chiari, che permettano a noi tutte di organizzarci e pianificare il tempo in funzione della partenza di questo servizio".

"Dal Comune - prosegue - ci hanno detto che si sta attendendo l'esito del bando, ma il risultato è del 26 giugno, e se una ditta ha ricevuto l'incarico e ha presentato delle referenze anomale, che non hanno superato le verifiche, non si può arrivare a fine ottobre, senza sapere ancora chi si occuperà del servizio mensa e quando potrà avere inizio". Qualcuna non nasconde la tentazione di iscrivere i figli nelle scuole di altri comuni, tant'è incresciosa la situazione che si sta verificando.


Nei prossimi giorni, le mamme torneranno a chiedere al Comune risposte precise sulla questione, auspicando che, in quella occasione, si ottenga una data, che ponga fine a questo inspiegabile disagio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il servizio mensa non parte, mamme sul piede di guerra

LeccePrima è in caricamento