Cronaca Gallipoli

Il "The Greats in Concert" apre con Boris Petrushansky

Il maestro moscovita sostituirà stasera al Teatro Italia di Gallipoli il leggendario Sokolov. Venerdì secondo appuntamento del Piano Festival con Francesco Libetta

Petrushansky

Per problemi di natura tecnica non sarà più il maestro Grigory Sokolov ad aprire questa sera alle 21 nel Teatro Italia di Gallipoli, l'International Piano Festival "The Greats in Concert" organizzato dall'Istituto Mendelsshon. Ma la rassegna non perderà comunque il suo fascino attrattivo atteso che il concerto di apertura sarà tenuto da un altro pezzo da novanta del pianoforte. Si tratta di Boris Petrushansky, l'ultimo allievo di Heinrich Neuhaus, che eseguirà nella prima parte "Le stagioni" di Cajkovskij. Nella seconda parte invece spazio a tre brani di Chopin: Notturno in re bemolle maggiore, Fantasia-improvviso, Polacca-fantasia e gran finale con l'esecuzione di quattro mazurke. Esponente della grande scuola pianistica moscovita e "discendente" diretto di Heinrich Neuhaus e Lev Naumov, il maestro Petrushansky è considerato uno dei più eminenti pianisti del nostro tempo.


Il Festival dei Grandi in Concerto continuerà il 29 giugno prossimo, sempre nel Teatro Italia, con il recital pianistico già programmato di Francesco Libetta che sarà il secondo grande protagonista del Piano festival ed eseguirà un repertorio di musiche di Chopin, Listz, Mozart e Balakiver. Lunedì 2 luglio infine il Greats festival riserva ancora sorprese per la serata finale con tre solisti d'eccezione: dall'America, il più giovane (prodigio) musicista e compositore il dodicenne Conrad Tao; dalla Turchia, la pianista Gulsin Onay, dalla Russia, Ilya Itin, tutti diretti dal maestro William Noll.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il "The Greats in Concert" apre con Boris Petrushansky

LeccePrima è in caricamento