Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Salice Salentino

Immondezzaio a cielo aperto: operario si becca denuncia

A Salice i carabinieri hanno rinvenuto carcasse di veicoli, elettrodomestici, materiale ferreo, bombole da gas per uso domestico, vecchi pneumatici, telai di motorini, barattoli di vernice e batterie

Millecinquecento metri quadrati di discarica abusiva sono stati sequestrati a Salice Salentino dai carabinieri del Nucleo operativo ecologico di Lecce, coadiuvati dai militari della stazione locale. A realizzare l'immondezzaio un operaio del posto, il quale aveva pensato di depositare rifiuti speciali pericolosi, e non pericolosi, senza alcuna autorizzazione.

I carabinieri hanno rinvenuto, infatti, carcasse di veicoli, elettrodomestici, materiale ferreo, bombole da gas per uso domestico, vecchi pneumatici, telai di motorini e perfino di biciclette, barattoli di vernice e batterie esauste per autovetture. L'operaio, che ha dimostrato si non avere certo scrupoli ambientali, è stato denunciato per violazione sulla gestione dei rifiuti, ma anche per il reato di getto pericoloso di cose che hanno provocato esalazioni moleste mediante la combustione di una carcassa di autovettura; da ultimo, i militari hanno ravvisato inoltre un abuso edilizio, in quanto il muro di recinzione dell'area era stato realizzato in assenza di autorizzazioni.

Intanto questa mattina a Nardò i militari del Noe hanno inoltre sequestrato un terreno agricolo di mille metri quadrati adibito a discarica abusiva.

I carabinieri hanno rinvenuto nel suddetto fondo agricolo rifiuti speciali urbani, lastre di eternit, materiale ferroso e plastico proveniente da demolizioni edili. Il proprietario del terreno è stato denunciato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Immondezzaio a cielo aperto: operario si becca denuncia

LeccePrima è in caricamento