Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Alliste

Impiegato comunale finisce a giudizio con l'accusa di violenza sessuale

L'uomo, un 64enne, avrebbe molestato una donna che aveva raggiunto gli uffici comunali per il disbrigo di una pratica

LECCE – Violenza sessuale, questa la grave accusa da cui dovrà difendersi un 64enne originario di Gallipoli. L’uomo è stato rinviato a giudizio dal gup Carlo Cazzella al termine dell’udienza preliminare. Il processo nei suoi confronti si aprirà il primo aprile dinanzi ai giudici della prima sezione.

Il 64enne, un dipendente del Comune di Alliste, avrebbe molestato una donna che aveva raggiunto gli uffici comunali per il disbrigo di una pratica. In particolare, secondo l’ipotesi accusatoria, l’imputato avrebbe, nonostante il tentativo della donna di divincolarsi, toccato la 54enne sulle cosce e nelle parti intime. I fatti sarebbero avvenuti il 31 luglio del 2014. A dare avvio alle indagini è stata proprio la denuncia della presunta vittima, assistita dall’avvocato Fabio Ruberto, che si è costituita parte civile avanzando una richiesta risarcitoria di alcune decine di migliaia di euro.

Il 64enne, assistito dall’avvocato Massimiliano Petrachi, ha sempre respinto ogni accusa. Potrà ora dimostrare in sede dibattimentale la propria innocenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impiegato comunale finisce a giudizio con l'accusa di violenza sessuale

LeccePrima è in caricamento