Folgorati: muore il proprietario di una stazione di servizio, ferito un tecnico

Il drammatico incidente si è verificato nei pressi della stazione di servizio "Apulia Petroli", sulla strada che collega San Donato di Lecce a Galatina. I due erano al lavoro su un carrello elevatore per effettuare riparazioni ad un palo dell'illuminazione

Il piano del carrello sul quale si trovavano i due.

SAN DONATO DI LECCE – Folgorati da un’improvvisa scarica elettrica. E ancora una volta si deve registrare una tragedia su un luogo di lavoro. A Lecce i casi sono stati, purtroppo, diversi nel giro di poche settimane. 

A perdere la vita, oggi, è stato un imprenditore di Caprarica di Lecce, Antonio Bruno, di 36 anni. Per lui non c’è stato nulla da fare: è deceduto dopo l’arrivo all’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. E pensare che era ancora cosciente, quando è stato riportato in basso dai vigili del fuoco. Si trovava a bordo di un cestello. 

L’uomo, proprietario dell’impianto di carburanti “Apulia Petroli”, di recente costruzione e che sorge sulla strada provinciale 362 San Donato di Lecce - Galatina, si trovava insieme a Carmine Caputo, titolare della "Caputo impianti" di San Donato di Lecce. Questi è rimasto a sua volta ferito ed è stato trasportato al nosocomio in codice giallo. 

I due erano all'interno di un cestello issato lungo un palo dell'illuminazione sul quale dovevano essere effettuate delle riparazioni. Fatale per la vittima è stato stato l'involontario contatto con i vicini cavi di media tensione dell'Enel. Il dispositivo meccanico è andato in blocco, lasciando i due malcapitati a diversi metri dal suolo.

Fra i primi a intervenire sono stati dei vigili del fuoco, che hanno raggiunto la stazione di carburanti con dieci uomini e tre mezzi. I vigili hanno riportato l'imprenditore e il tecnico a terra, constatando come, peraltro, al momento dei primi soccorsi fossero coscienti. Nei minuti successivi, però, le condizioni di Bruno si sono aggravate fino a portarlo al decesso.

Sul posto è intervenuto anche il personale del 118, che ha trasportato con le ambulanze i due uomini al vicino ospedale “Vito Fazzi”. Lungo la provinciale sono poi confluiti anche i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Lecce, gli ispettori dello Spesal per le verifiche sul luogo di lavoro e i tecnici dell’Enel per la messa in sicurezza delle rete elettrica nell’area.

Bruno era sposato ed aveva avuto un figlia da appena un mese. I funerali si svolgeranno domani presso la chiesa madre di Caprarica di Lecce, alle 17,30. Caputo è ricoverato nel reparto di Medicina interna, con prognosi di 25 giorni. Il pm di turno Antonio Negro, per il momento, ha aperto un fascicolo per omicidio colposo a carico di ignoti. 

E intanto, da Roma è giunta in queste ore una nota del sottosegretario al ministero del Lavoro, Teresa Bellanova. “Apprendo con costernazione dell’ennesima morte e dell’ennesimo ferimento grave sul lavoro nel Salento”.

“Voglio esprimere dolore profondo e cordoglio alla famiglia del giovane titolare che ha perso la vita – dice - , e vicinanza ai congiunti della persona rimasta ferita, con l’augurio che la guarigione arrivi presto. Come parlamentare e rappresentante del governo, non posso che rinnovare e ribadire l’attenzione alla salute e alla tutela di chi lavora”.

“Siamo coscienti del fatto che servono norme e leggi stringenti e chiare, ma che allo stesso tempo non si può prescindere dalla consapevolezza dei lavoratori stessi e delle aziende. E che questa si ottiene anche condividendo con le imprese, e valorizzandolo adeguatamentE, il principio, anzi, la certezza che investire in informazione, attenzione, sicurezza – conclude -, tutela i lavoratori e il tessuto produttivo sano nella sua generalità”.    

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Giovane turista fa il bagno e sul fondale ritrova bacino in ceramica del XIV secolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento