Imprenditore stroncato da un infarto in spiaggia: indagate due dottoresse

Chiuse le indagini preliminari nell'ambito dell'inchiesta sulla morte di Giuseppe Mascello, avvenuta il 13 maggio 2015 nel "Lido dei Pini" a Otranto

LECCE - I sintomi dell'infarto c'erano già dalla sera prima, ma nessuno informò adeguatamente il paziente, tanto che questi rifiutò di ricoverarsi e il giorno dopo si svegliò di buon'ora per raggiungere “Lido dei Pini”, una delle strutture turistiche a Otranto, di cui era proprietario. E qui, in spiaggia che il suo cuore cessò di battere. C'è tutto questo nell'avviso di conclusione delle indagini preliminari sulla morte del noto imprenditore Giuseppe Mascello, 54 anni, di Castrignano dei Greci (proprietario del “Blubay” di Castro, del “Ciak-Ice” di Castrignano de’ Greci, del “Bahia” di Otranto), avvenuta il 13 maggio di un anno fa.

L'atto porta la firma del pubblico ministero Francesca Miglietta ed è stato notificato alle due dottoresse dell'ospedale di Scorrano, dove l'imprenditore arrivò la sera prima del decesso, con forti dolori al petto e difficoltà respiratorie. Si tratta di G.V., 53 anni, di Spongano, in servizio al pronto soccorso, e della cardiologa O.D.D., 64, di Maglie che, stando all'accusa, non valutarono adeguatamente i sintomi di un infarto del miocardio in corso e non informarono in modo opportuno il paziente delle patologie cardiache di cui poteva essere affetto e dei rischi che correva rifiutando di sottoporsi ad approfondimenti diagnostici. Certo è che non fu eseguito alcun esame (elettrocardiogrammi, coronografie, dosaggi e controlli degli enzimi e degli altri marcatori cardiaci, etc.) che, stando alla ricostruzione accusatoria, avrebbe consentito di accertare la sindrome coronarica acuta e di intervenire tempestivamente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le indagate avranno modo di respingere le accuse, attraverso l'avvocato Dimitry Conte. Il legale è certo di poter dimostrare il corretto operato delle due professioniste.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento