Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca Viale de Palma N. Medaglia D'Oro

In auto con cacciaviti e senza patente. "Tornavamo a Napoli: ci siamo persi..."

Denunciati due serbi, che hanno raccontato ai carabinieri della compagnia una storia surreale. Precedenti per furto, avevano arnesi per lo scasso. L'auto era senza assicurazione e la donna alla guida non aveva mai preso la patente

 

CAMPI SALENTINA – Nel campionario delle risposte surreali, questa, probabilmente, potrebbe occupare una delle prime posizioni. Anche perché è stata proferita su viale Medaglia d’Oro di Palma, alla periferia di Campi Salentina. “Siamo stati a Bari per degli acquisti, poi non effettuati, e dovevamo tornare a Secondigliano. Ci siamo persi”. Così un 24enne e un 17enne, entrambi serbi, con domicilio nel campo nomadi di Napoli-Secondigliano, hanno risposto ai carabinieri della compagnia, che li hanno fermati nella notte di giovedì, intorno alle 22.

Campi Salentina è un comune sufficientemente distante e completamente fuori percorso dal capoluogo pugliese e da Napoli, per destare un certo sospetto. Tanto valeva dichiarare: “Siamo astronauti, volevamo andare verso Mercurio, provenendo da Giove, ma ci siamo ritrovati su Nettuno”. E, infatti, i militari di una pattuglia dell’aliquota radiomobile della compagnia dei carabinieri di Campi Salentina, durante un controllo, dopo aver intercettato la navicella, pardon, la Peugeot 306 nella quale viaggiavano i due, hanno trovato piuttosto beffarda la risposta, condita peraltro da un crescente nervosismo.

E così, sono venute alla luce tutte le incongruenze e le mancanze, anche da codice penale. Innanzitutto, nessuno dei due aveva documenti. Sono stati identificati, dopo il foto-segnalamento, soltanto una volta accompagnati in caserma. Entrambi senza occupazione e già noti alle forze dell’ordine, con precedenti per furto, viaggiavano in un’auto sprovvista d’assicurazione, risultata di proprietà di un uomo residente a Campobasso, che, contattato, ha dichiarato di averla prestata ai due, suoi amici.

La donna alla guida, oltretutto, non ha mai conseguito la patente e pertanto è stata denunciata all’autorità giudiziaria. In auto, i carabinieri hanno poi trovato tre cacciaviti di medio-grandi dimensioni e quindim, per entrambi, sono scattate le denunce in concorso per possesso ingiustificato di strumenti per l’effrazione. Questa mattina, l’ultimo provvedimento: i militari hanno proposto il rimpatrio con foglio di via obbligatorio per entrambi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In auto con cacciaviti e senza patente. "Tornavamo a Napoli: ci siamo persi..."

LeccePrima è in caricamento