Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

In casa oltre quattro chili di marijuana e 23mila euro, patteggia la condanna

Tre anni per Alessandro De Lellis, il 39enne leccese arrestato dopo il blitz dei carabinieri del Nucleo investigativo di Lecce

LECCE – Ha patteggiato una condanna a tre anni per Alessandro De Lellis, il 39enne leccese arrestato dopo il blitz dei carabinieri del Nucleo investigativo di Lecce, guidato dal capitano Biagio Marro, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il 39enne nascondeva nella sua abitazione, nei pressi delio stadio, quattro chili e 200 grammi di hashish e 23mila euro in contanti. La sentenza è stata emessa dal gip Giovanni Gallo che, accogliendo la tesi difensiva del 39enne (che si trovava ai domiciliari), ha anche disposto l’immediata liberazione.

Per De Lellis, assistito dagli avvocati Francesco Spagnolo e Alessandro Stomeo, era stata avanzata una richiesta di giudizio immediato che i suoi legali hanno poi tramutato in patteggiamento, ottenendo prima il parere positivo del pubblico ministero Maria Rosaria Micucci e poi del gip, che ha ritenuto congrua la pena.

L’udienza di convalida dell’uomo, incensurato, si era trasformata in una lunga confessione, De Lellis aveva ammesso di aver acquistato l’ingente quantitativo di droga, dicendo di essere pentito e di voler cambiare vita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In casa oltre quattro chili di marijuana e 23mila euro, patteggia la condanna

LeccePrima è in caricamento