Nascosti in casa quasi 200 grammi di cocaina, 33enne lascia il carcere

Ha ottenuto i domiciliari Vitale De Francesco, il 33enne incensurato di Tricase arrestato tre giorni fa dai carabinieri. Durante l’interrogatorio con il giudice ha ammesso le sue responsabilità

TRICASE - Ha lasciato il carcere Vitale De Francesco, il 33enne di Tricase arrestato tre giorni fa, dopo che i carabinieri della compagnia locale hanno trovato nell’appartamento in cui vive con la compagna 195 grammi circa di cocaina, di cui 173,38 contenuti in un’unica busta di cellophane e altri 21,52 già suddivisi in cinque involucri termosaldati.

Ieri, dopo averlo interrogato, il giudice Edoardo D’Ambrosio ha convalidato l’arresto, attenuando la misura cautelare in quella dei domiciliari, anche in considerazione del fatto che fosse incensurato.

Durante il confronto, l’indagato, assistito dall’avvocato Dario Paiano, ha dichiarato che parte dello stupefacente era destinata all’attività di spaccio e che il denaro (440 euro in contanti, fra banconote di piccolo e medio taglio) sequestrato dai militari provenisse dall’attività illecita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In casa, i carabinieri avevano trovato anche 12 grammi di una sostanza da taglio ancora non identificata e materiale per il confezionamento delle dosi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Violenze durante il sonno, a processo il padre adottivo

  • Finanziamenti con documenti falsi, al terzo tentativo scattano le manette

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento