Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

In casa trovarono oltre mezzo chilo di eroina. Una condanna e un'assoluzione

Salvatore Presicci, 42enne, è stato condannato a quattro anni e quattro mesi di reclusione. Assolto Francesco Spedicato, di 48 anni. L'operazione fu condotta dai carabinieri del nucleo investigativo di Lecce

LECCE – Sempre più spesso, nei pressi della sua abitazione, si raggruppavano comitive di ragazzi. Una circostanza che non sfuggì agli occhi attenti dei carabinieri del nucleo investigativo di Lecce (guidati dal capitano Biagio Marro) e della stazione locale. Per Salvatore Presicci, 42enne del posto, già noto alle forze dell'ordine, scattò l’arresto con l'accusa di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio. 

Oggi il 42enne è stato condannato a 4 anni e quattro mesi di reclusione. Assolto, invece, Francesco Spedicato, di 48 anni, arrestato con Presicci. Il processo con rito abbreviato si è svolto oggi dinanzi al gup Cinzia Vergine. Entrambi gli imputati erano assistiti dall’avvocato Angelo Vetrugno.

PRESICCI SALVATORE ARRESTO RON INV LECCE PER STUPEFACENTI-3Era il luglio dello scorso anno. Gli uomini dell'Arma dopo aver controllato i consumatori, rinvennero una dose di eroina nelle tasche di uno di questi. Scattò dunque la perquisizione nella casa di Presicci, dove i carabinieri trovarono due ulteriori dosi della stessa sostanza, assieme ad una somma di 850 euro, che insospettì non poco i militari. 

Infatti, nascosti all’interno di una gamba di un tavolo in plastica, era nascosto mezzo etto di eroina, dello stesso tipo di quella già trovata, e un kit per il confezionamento delle dosi: tre bilancini di precisione, cellophane, bustine, nastri isolanti, telefonini e altro, tutto sottoposto a sequestro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In casa trovarono oltre mezzo chilo di eroina. Una condanna e un'assoluzione

LeccePrima è in caricamento