rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Miggiano

In casa una piccola centrale di spaccio di droga, in carcere un 41enne

I carabinieri in borghese si sono finti acquirenti e hanno fatto irruzione all'interno dell'abitazione dell'uomo

LECCE – Aveva trasformato la propria abitazione in una sorta di bazar della droga, ma è finito nella rete dei carabinieri della stazione di Specchia. Giuseppe Guglielmo, 41enne di Miggiano, è stato arrestato in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I militari, ai quali non erano sfuggiti dei movimenti attorno alla sua abitazione, ritenuti fortemente sospetti sulla base dell’esperienza professionale, hanno deciso di effettuare alcuni servizi di osservazione per studiare le frequentazioni del Guglielmo, sospettando che potesse aver dato inizio ad un’attività di spaccio di stupefacenti. E’ stato sufficiente fermare uno degli individui all’uscita della sua abitazione per rendersi conto che l’intuizione era corretta.GUGLIELMO GIUSEPPE-2

L’uomo fermato è stato trovato in possesso di modeste quantità di stupefacente, e pertanto segnalato alla prefettura in qualità di assuntore. I militari hanno deciso quindi di intervenire e perquisire l’abitazione. Fingendosi acquirenti qualunque, in abiti borghesi, e sfruttando l’effetto sorpresa, i carabinieri sono riusciti ad avere accesso all’abitazione. La perquisizione si è rivelata fruttuosa: in una stanza circa vi erano circa10  grammi d’eroina, 20 di marijuana e 350 euro in banconote di vario taglio ritenute provento dell’attività illecita. Il tutto è stato sottoposto a sequestro, mentre il pusher è stato condotto in caserma e successivamente arrestato. Inevitabile quindi il trasferimento in carcere, dove si trova a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In casa una piccola centrale di spaccio di droga, in carcere un 41enne

LeccePrima è in caricamento