Cronaca

In escandescenza per una multa, aggressione a una vigilessa

I carabinieri hanno arrestato un 65enne di Leverano, rintracciato poco dopo. La malcapitata sarebbe stata afferrata al collo e il bollettario scaraventato per terra

Repertorio.

LEVERANO – Quando ha visto sventolarsi davanti al naso il verbale per divieto di sosta, E.D'A. non ci ha visto più. E in barba all’8 marzo e alla festa delle donne, pare non abbia esitato ad aggredire un’agente di polizia locale. Un’agente, con l’apostrofo, perché si tratta di una donna, 45enne. Alla fine l’uomo, 65enne, originario di Lequile, 33cxA01-3domciliato a Leverano, è stato arrestato.

Ad ammanettarlo, i carabinieri della stazione della "Città dei Fiori", il comune dove il fatto s’è consumato questa mattina, intorno alle 11, davanti agli occhi attoniti di diversi passanti. Le accuse: resistenza a pubblico ufficiale e lesioni.

Dopo la multa per il divieto di sosta, dunque, pare sia nata una discussione molto accesa fra l’agente e l’uomo. Quest’ultimo avrebbe afferrato al collo la malcapitata, strappandole il bollettario dei verbali, in seguito lanciato per aria, per poi allontanarsi.

Sono subito stati chiamati i carabinieri che, dopo ricerche, hanno rintracciato e fermato l'uomo. Il quale ora si trova ai domiciliari, su disposizione dell’autorità giudiziaria. L'arresto è stato convalidato e l'uomo ha patteggiato quattro mesi nel processo per direttissima.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In escandescenza per una multa, aggressione a una vigilessa

LeccePrima è in caricamento