Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

In lacrime per il televisore, denunciati padre e figlio

L'elettrodomestico era stato rubato da casa di un pensionato di Squinzano. Valore: 700 euro. I carabinieri l'hanno ritrovato, deferendo due persone. A Matino 55enne sottraeva corrente per la roulotte

Foto_televisore_rinvenuto

SQUINZANO - Sarà per la crisi economica in atto, ma sembra che in questo periodo si stia registrando un'impennata di furti. E si tratta di ruberie d'ogni tipo. Non solo rapine e colpi da migliaia di euro, ma anche fatti spiccioli, comunque non meno preoccupanti. Come nel caso del povero anziano 70enne di Squinzano, che nei giorni scorsi s'è visto portare via da casa un televisore da 42 pollici nuovo di zecca. Valore, 700 euro. E ancora in pagamento.

L'anziano, quando è andato in caserma a denunciare il furto, s'è sciolto letteralmente in lacrime. Per lui, quel televisore, era diventato quasi come un figlio, come ha spiegato ai militari, ed ha vissuto la vicenda con molta afflizione, non solo perché ancora non si erano estinte le rate, ma anche perché l'elettrodomestico era diventato un importante mezzo d'intrattenimento, per trascorrere le lunghe giornate. Come non bastasse l'essere vittima della solitudine, anche dei ladri.

Chi sia stato fattivamente a rubare il televisore, non è chiaro. Certo è che i carabinieri, in una breve indagine, l'hanno subito recuperato. Si trovava in casa di una famiglia del posto. Padre 60enne e figlio 40enne, volti già noti alle forze dell'ordine, sono stati denunciati a piede libero per ricettazione. Il televisore era acceso, in cucina, quando è stato svolto il sopralluogo nell'abitazione dei sospettati. I carabinieri hanno staccato la spina, per riconsegnarlo al pensionato. Che li ha ringraziati, commosso.


Se qualcuno ama i televisori degli altri, altri preferiscono direttamente attingere gratis l'elettricità, per i propri elettrodomestici. Ieri i carabinieri della stazione di Matino, hanno denunciato a piede libero M.M, 55enne, originario di Ugento per furto di energia elettrica. L'uomo, infatti, aveva collegato abusivamente l'impianto elettrico della propria roulotte alla rete di erogazione dell'energia del Comune.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In lacrime per il televisore, denunciati padre e figlio

LeccePrima è in caricamento