Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

In overdose da metadone, identificato lo spacciatore

Un 23enne di Castrignano dei Greci era stato ricoverato l'8 ottobre a causa dell'abuso della sostanza. Ricostruiti i suoi rapporti, i carabinieri hanno denunciato un 36enne che gliel'avrebbe ceduta

RADIOMOBILE_CAMPI_-_AUTOMBULANZA-9

CASTRIGNANO DEI GRECI - Lui ora s'è ripreso, ma quando è stato ricoverato, l'8 ottobre scorso, ha rischiato di lasciarci la pelle. E tutto per del metadone. Overdose, il verdetto dei medici dell'ospedale di Scorrano. E ricovero in prognosi riservata. La vittima è un 23enne di Castrignano dei Greci. Il presunto spacciatore, F.C., un 36enne, suo conoscente, anch'egli di Castrignano.

Quest'ultimo è stato rintracciato ieri dai carabinieri della stazione di Martano, dopo una serie di accertamenti. Il 36enne, già noto alle forze dell'ordine, è stato denunciato per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Le indagini sono iniziate proprio dopo il ricovero del 23enne, in seguito ad un'assunzione quasi fatale di metadone, che, com'è noto, è impiegato come medicina come terapia sostitutiva nei casi di dipendenza fisica da droghe come l'eroina, ma per il quale esiste anche un mercato nero, tanto che non infrequenti sono i casi di vero e proprio spaccio della sostanza.


I carabinieri hanno ricostruito la vicenda, partendo dai contatti e delle frequentazioni del giovane ricoverato con altre persone del posto, che gravitano nel sottobosco delle tossicodipendenze, ricostruiti anche grazie ai famigliari della vittima. Si è così risaliti al 36enne, il quale sarebbe l'autore materiale della cessione di metadone. La perquisizione in casa ha permesso di ritrovare tre boccette di sostanza, più qualche grammo di marijuana. Tutto finito sotto sequestro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In overdose da metadone, identificato lo spacciatore

LeccePrima è in caricamento