In sella a uno scooter rubato tentano la fuga all'alt dei carabinieri

E' successo a Lecce in via Adriatica, denunciati due minori. E a Galatone un uomo ai domiciliari con allaccio abusivo alla rete pubblica

Lecce, via Adriatica.

LECCE – Hanno tentato la fuga quando hanno visto i carabinieri che alzavano la paletta e intimavano l’alt. Ovviamente. Perché viaggiavano a bordo di uno scooter di provenienza furtiva. E’ successo ieri sera a Lecce, lungo via Adriatica. A finire nei guai, sono stati due minorenni. Per inciso, la denuncia per il furto dello scooter era stata presentata appena due giorni prima presso la questura.

I militari del Nucleo operativo radiomobile di Lecce, che ieri erano coadiuvati dai colleghi delle stazioni di Otranto e Muro Leccese, dispiegati nel capoluogo per servizio di ordine pubblico, hanno notato a un certo punto i due ragazzi a bordo di una Vespa 50. Devono essere parsi sospetti ai carabinieri, che così hanno intimato l’alt. Per tutta risposta, hanno accennato una breve fuga, per poi decidere di abbandonare la Vespa in strada e provare la fuga a piedi.

Uno dei due ragazzi è stato fermato subito, l’altro è stato rintracciato dopo qualche minuto. Durante gli accertamenti, il ciclomotore è risultato oggetto di furto. I due ragazzi, denunciati alla procura dei minori, sono riaffidati ai rispettivi genitori.

Galatone: furto di energia elettrica

A Galatone, invece, i carabinieri hanno denunciato a piede libero per furto aggravato di energia elettrica e segalato per uso personale di sostanze stupefacenti, F.F., 53enne del posto, che si trovava peraltro ai domiciliari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I militari, durante un controllo con il personale dell'Enel presso la sua abitazione, hanno accertato che stava prelevando corrente elettrica per tramite un allaccio diretto alla rete pubblica. Il danno economico nei confronti della società Enel è in corso di quantificazione. Durante la perquisizione, inoltre, all'interno della tasca dei pantaloni dell'uomo, i carabinieri hanno trovato 3,71 grammi di eroina, che è stata sequestrata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento