Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

In trasferta a Salice per tentare il furto in un'abitazione, condanna per due

Un anno e quattro mesi di reclusione ciascuno, più 200 euro di multa, sono stati inflitti nel processo con rito abbreviato ad Antonio Cesaria, 49enne, e Francesco Lagatta, 44enne, entrambi di Brindisi, accusati di tentato furto. I fatti risalgono ai primi di marzo

LECCE - Un anno e quattro mesi di reclusione ciascuno, più 200 euro di multa, sono stati inflitti nel processo con rito abbreviato ad Antonio Cesaria, 49enne, e Francesco Lagatta, 44enne, entrambi di Brindisi, accusati di tentato furto. Oggi, a pochi mesi dall'episodio che portò all'arresto dei due uomini, è così arrivato un verdetto di colpevolezza. A scriverlo è stato il gup Giovanni Gallo, al quale il pubblico ministero Maria Rosaria Micucci aveva chiesto una pena leggermente inferiore (12 mesi ). 

CESARIA ANTONIO.jpg1-2-2-2Era il 6 marzo, quando il figlio del proprietario 71enne di un'abitazione a Salice Salentino si accorse che la porta d’ingresso era stata danneggiata. Il malcapitato, temendo di entrare in casa e trovarsi di fronte i malviventi, contattò i carabinieri.

LAGATTA FRANCESCO.jpg1-2-2-2L'intervento dei militari fu tempestivo e i presunti banditi, rimasti a mani vuote (dall'appartamento non riuscirono a portare via nulla), non ebbero scampo: Cesarea fu intercettato da una pattuglia nelle vicinanze dell'Alfa Romeo intestata a Lagatta; questo, invece, fu bloccato dai militari mentre tentava di fuggire a piedi.

Gli imputati erano difesi dagli avvocati Daniela D'Amuri e Paola Giurgola del Foro di Brindisi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In trasferta a Salice per tentare il furto in un'abitazione, condanna per due

LeccePrima è in caricamento