Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

In trasferta da Bari per rubare nel cuore della Grecìa

I carabinieri di Soleto li hanno colti sul fatto mentre, dopo aver già divelto parte di una serranda, si accingevano a entrare nell'abitazione di un pensionato. La chiamata al 112 da un cittadino

Senza_titolo-1-102

LECCE - I carabinieri della stazione di Soleto li hanno colti sul fatto mentre, dopo aver già divelto parte di una serranda, si accingevano a entrare nell'abitazione di un ignaro pensionato. In manette sono finiti Giovanni Garzia, 28 anni, e Daniela Demerico, 21enne, entrambi residenti nel barese, arrestati in flagranza di reato con l'accusa di tentato furto.

Si tratta di "topi d'appartamento", pendolari del crimine, in trasferta dal barese con l'intento di razziare le abitazioni della Grecìa Salentina. Soggetti spesso difficili da rintracciare, proprio per il fatto di spostarsi lungo il territorio, che scelgono alcune serate di "lavoro", passando al setaccio più di un'abitazione della provincia salentina. Obiettivi privilegiati dai ladri perché facili da raggiungere (tante, infatti, le abitazioni con ingresso o finestre a pian terreno) e quasi sempre sprovviste di porte blindate o sistemi di sicurezza.

A mettere i militari dell'Arma sulle tracce dei due è stata una telefonata al 112, che ha segnalato, in una via periferica di Soleto, la presenza di una coppia che da alcuni minuti si aggirava in maniera sospetta nei pressi di un'abitazione. Ad attirare l'attenzione dell'autore della segnalazione, è stato anche il fatto che l'auto con cui si spostavano i due, un'Alfa 147, aveva la targa parzialmente contraffatta con del nastro adesivo.


Da lì l'intervento della pattuglia dei carabinieri, che ha colto i due sul fatto. Nella successiva perquisizione nell'auto utilizzata da Garzia e Demerico, i militari hanno rinvenuto materiale da scasso e parte della tapparella divelta dall'abitazione designata come primo potenziale obiettivo della scorribanda serale. Gli inquirenti sono ora al lavoro per stabilire se i due arrestati siano i responsabili di altri furti commessi nella zona. Dopo le formalità di rito, i due sono stati trasferiti nel carcere di Borgo San Nicola, a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In trasferta da Bari per rubare nel cuore della Grecìa

LeccePrima è in caricamento