Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca Cavallino

In trasferta per rubare cavi in rame da cabina elettrica: denunciato 34enne

Un uomo di Torre Santa Susanna nei guai. Un 54enne di Melissano espierà una pena per furto, a Torre Mozza la vigilanza sventa un colpo

CAVALLINO – Una denuncia è scattata a Cavallino, nella giornata di oggi, nei confronti di A.I., un 34enne di Torre Santa Susanna, fermato dai carabinieri della stazione locale. L’uomo è stato sorpreso dal personale tecnico della società Enel, all’interno di una cabina per l’energia elettrica.

Munito di flessibile, stava cercando di asportare i cavi interni, con lo scopo di recuperarne il rame. E’ stato bloccato e deferito in stato di libertà. A Racale, inoltre, i militari della stazione locale hanno arrestato, su ordine dell’Ufficio esecuzioni penali di Lecce, Eros Fasano, un 54enne di Melissano, accusato di furto aggravato e ricettazione. Il provvedimento scaturisce a seguito di una sentenza definitiva a carico dell’uomo, per reati commessi a Lecce, il 12 giugno 2009 e a Specchia, il 17 gennaio di quest’anno. FURTO RAME 2-2-2

Al termine delle formalità di rito, l’uomo è stato accompagnato nel carcere di Borgo San Nicola, dove sconterà una pena di 5 anni di reclusione. A Torre Mozza, infine, un colpo è stato tentato nella notte scorsa, ai danni di un’abitazione sulla via che conduce dalla marina ugentina ad Acquarica del Capo. Sono stati i vigilanti dell’istituto “La Folgore” a scoprire l’accaduto. Fortunatamente, però, nonostante il danno arrecato agli infissi, i ladri non hanno avuto il tempo di portare via nulla.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In trasferta per rubare cavi in rame da cabina elettrica: denunciato 34enne

LeccePrima è in caricamento