menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In viaggio con 80 chili di marijuana: automobilista condannato a tre anni

Emesso il verdetto nel processo con rito abbreviato nei riguardi del 27enne fermato lo scorso ottobre dai finanzieri sulla statale 613, al volante di un’auto carica di sostanza stupefacente

LECCE - E’ di tre anni di reclusione, più 6mila euro di multa e interdizione per quattro anni dai pubblici uffici, la sentenza emessa nei riguardi di Jurgen Zotaj, il 27enne originario di Valona (Albania) finito in carcere lo scorso 27 ottobre, dopo che i finanzieri trovarono nella sua auto più di 80 chili di marijuana. 

La sentenza è stata emessa dal giudice Sergio Tosi al termine del processo discusso col rito abbreviato, durante il quale la pubblica accusa aveva invocato quattro anni di reclusione.

In seguito al suo arresto, l’uomo  era stato raggiunto da un decreto di giudizio immediato a firma del gip Simona Panzera, in seguito al quale gli avvocati difensori Stefano Stefanelli e Paride Marti avevano chiesto e ottenuto il rito alternativo che si è celebrato in mattinata.

I militari fermarono Zotaj sulla statale 613, in direzione di Brindisi, nelle vicinanze di Squinzano, insospettiti dal procedere incerto del mezzo da lui condotto, una Citroen, decidendo poi di approfondire i controlli in considerazione del suo nervosismo e del forte odore di sostanza stupefacente nell’abitacolo. Al termine della perquisizione furono sequestrati 35 panetti di marijuana dal peso complessivo di 84,47 chili, dai quali si sarebbero potute ricavare più di 100mila dosi.

Da un paio di mesi, Zotaj è ai domiciliari con braccialetto elettronico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento