Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca

Violenza di genere, nasce il primo centro dedicato nella Grecia Salentina

L'inaugurazione della sede si terrà nel pomeriggio di sabato 31 gennaio. Previsto anche l'intervento della europarlamentare Elena Gentile. Il centro, punto di snodo per il territorio, impiegherà per l'assistenza alle donne professionisti del settore

CASTRIGNANO DE' GRECI – Un centro antiviolenza “Dafne” aprirà anche a Castrignano dei Greci: sabato 31 Gennaio, alle ore 17.00, in piazza Aldo Moro, si terrà la cerimonia di inaugurazione. Il Centro nasce dalla convenzione stipulata tra la comunità San Francesco con sede in Ugento e il Consorzio dei Comuni dell’ambito territoriale sociale di Maglie (Bagnolo del Salento, Cannole, Castrignano dei Greci, Corigliano d’Otranto, Cursi, Giurdignano, Melpignano, Muro leccese, Otranto, Palmariggi, Scorrano, Maglie).

L’apertura della sede costituisce un ulteriore passo nel contrasto a un fenomeno, quello della violenza di genere, dalle dimensioni multiformi e di rilevanza sociale non trascurabile. La comunità San Francesco, sulla scorta di una forte esperienza maturata nel contrasto e nella prevenzione della violenza sulle donne, ha offerto la disponibilità nel coniugare il proprio know-how con quello degli altri stakeholders coinvolti nella medesima azione di contrasto.

In prima battuta, il momento ufficiale del taglio del nastro sarà affidato al sindaco del Comune di Castrignano dei Greci, Antonio Zacheo, seguito dai saluti dell’assessore ai servizi sociali del Comune di Castrignano dei Greci, Emiliana DOLCE e della Presidente del Consorzio dei Comuni dell’ambito territoriale sociale di Maglie, Ada Fiore che, nell’occasione, lancerà la campagna di informazione contro la violenza di genere “insieme per conoscere e contrastare la violenza” promossa in tutto il territorio dell’ambito.

A seguire, nel ventaglio di interventi previsti nel pomeriggio del 31 gennaio, ci saranno Antonia Cairo, amministratore unico di Sanfra – comunità San Francesco, Serenella Molendini, consigliera di Parità della Regione Puglia, Maria Rita Verardo, giudice e già presidente del tribunale per i minorenni di Lecce, e a conclusione e raccordo di tutti gli interventi, la parlamentare europea Elena Gentile.

Il Centro antiviolenza “Dafne”, fortemente voluto dall’amministrazione del Comune di Castrignano dei Greci, costituirà uno snodo e un naturale punto di riferimento per Castrignano, per l’ambito territoriale sociale di Maglie e per tutti i cittadini dell’area, contando sull’impiego di una task-force di operatrici professioniste del settore, che agiranno in sinergia costante con l’equipe multidisciplinare contro la violenza e il maltrattamento d’ambito territorialmente competente, con i servizi territoriali e le istituzioni.

L’obiettivo è quello di accogliere donne vittime di violenza, e di realizzare interventi di formazione, tutela, prevenzione e trattamento in relazione alle diverse forme di abuso, maltrattamento, e violenza, fornendo consulenza sulle modalità di rilevazione, segnalazione e presa in carico nei casi conclamati o sospetti.

Il servizio antiviolenza comprenderà: attività di consulenza, sostegno psicologico e psicoterapeutico; percorsi educativi-relazionali di reinserimento sociale e lavorativo; accompagnamento legale; attività di sensibilizzazione, informazione e prevenzione; pronto intervento; formazione; consulenza nelle scuole su tematiche di violenza e bullismo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza di genere, nasce il primo centro dedicato nella Grecia Salentina

LeccePrima è in caricamento