rotate-mobile
Cronaca Surbo

Incendia la vettura di una donna, poi quella del mandante: arresto bis

Notificata l’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari nei riguardi di un 32enne coinvolto in due roghi avvenuti nei giorni scorsi a Surbo

SURBO - Prima avrebbe incendiato l’autovettura di una donna, su commissione dell’ex marito che in cambio gli avrebbe offerto 50 euro, poi per ripicca avrebbe incendiato anche quella del mandante. 

Per quest’ultimo episodio, avvenuto quattro giorni fa a Surbo, un 32enne era stato arrestato in flagranza dai carabinieri della stazione locale, gli stessi che nelle scorse ore gli hanno notificato un nuovo arresto ai domiciliari disposto dal gip Angelo Zizzari del tribunale di Lecce. Nell’ordinanza di custodia cautelare, gli viene contestato anche il danneggiamento seguito dal rogo di una Peugeot 207, avvenuto il 10 febbraio scorso, in via Cadorna, sempre a Surbo.

La pista investigativa che si è fatta spazio sin dal primo momento – assodata la natura dolosa dell’evento anche grazie alla visione dei filmati ripresi dalle telecamere di sorveglianza – è stata quella passionale. A seguito di accurate indagini, il personale dell’Arma è riuscito a risalire all’uomo che avrebbe commissionato il delitto: l’ex della proprietaria della vettura, un 49enne che già si trovava ai domiciliari per stalking nei confronti della stessa vittima e per il quale, il 19 febbraio scorso, è stato disposto un aggravamento della misura cautelare col carcere.

Il 32enne risultava indagato a piede libero, ma quattro giorni fa, mosso dal risentimento legato al fatto che il mandante lo avesse schernito pubblicamente, ha dato alle fiamme la sua Renault Scenic salvo poi, forse per paura di essere scoperto, chiamare i soccorsi. Condotto in caserma, alla fine avrebbe ammesso gli addebiti su entrambi gli episodi e, in sede di convalida dell’arresto, davanti al gip, ha dichiarato di confermare le dichiarazioni già rese davanti alla pg. Nei prossimi giorni, l’avvocato difensore Diego De Cillis valuterà se rivolgersi al tribunale del Riesame per ottenere un’attenuazione della misura. Il 49enne è assistito dall’avvocato Mario Ciardo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendia la vettura di una donna, poi quella del mandante: arresto bis

LeccePrima è in caricamento