Ennesima notte di fuoco: in fiamme le auto di due sorelle e quella di un assicuratore

Doppio incendio e tre auto danneggiate: è il bilancio delle ultime ore. Gli episodi si sono verificati in due distinte strade di Lizzanello e a Martano. Indagini in corso

Una delle auto danneggiate a Lizzanello.

LIZZANELLO – Ennesima notte di fuoco. L’incubo delle fiamme colpisce ancora: altre tre auto in fumo, nelle ore scorse. Due vetture a Lizzanello e una a Martano sono state infatti date alle fiamme dai piromani. Una quarta danneggiata in maniera lieve. Nel comune dell’hinterland leccese, i malviventi hanno agito in due distinti punti: in via Oberdan e in via XX Settembre, provocando danni ai veicoli intestati a due sorelle, di 36 e 37 anni. Entrambe sono incensurate e totalmente sconosciute alle forze dell'ordine: una disoccupata, l'altra cameriera, sarebbero dunque state raggiunte da un messaggio per presunti dissidi di natura personale.

Si tratta di una Fiat Punto e di una Renault Twingo, completamente distrutte. Le vie teatro dei roghi sono due perpendicolari: i veicoli si trovavano in sosta a poche decine di metri l'uno dall'altro. Nella seconda strada, inoltre, le lingue di fuoco si sono anche propagate a un altro veicolo che si trovava parcheggiato nelle vicinanze dell'utilitaria colpita. Sul posto, i vigili del fuoco del comando provinciale e i carabinieri della compagnia leccese per le indagini.

Sono state già recuperate le videocamere di sorveglianza installate nel centro abitato di Lizzanello: i filmati sono nelle mani dei militari dell'Arma della stazione locale che, assieme ai colleghi del capoluogo salentino, stanno cercando di chiarire la natura dell'accaduto. Nulla di significativo è stato rinvenuto dai pompieri sul luogo dell'incendio: nè tracce di liquido infiammabile, nè bottigliette. Ma la natura del rogo è comunque dolosa, come hanno avuto modo di accertare i "caschi rossi", una volta terminate le operazioni.

I pompieri del distaccamento magliese sono invece intervenuti nel comune grico, nella notte appena trascorsa, per domare un altro rogo: quello divampato in via Alcide De Gasperi. Si tratta di una Bmw, intestata a un assicuratore del luogo. I danni complessivi si aggirano attorno a svariate migliaia di euro. Sul luogo, anche in questo caso, i militari dell’Arma della compagnia per avviare l’attività investigativa. Intanto, monta la preoccupazione fra i cittadini salentini per l'intensificarsi improvviso di un fenomeno già presente in maniera costante da tempo. nell'ultima settimana, infatti, gli interventi del personale del 115 e delle forze dell'ordine sono state decine in più punti della città e della provincia. Nella maggior parte dei casi si è trattato di episodi di natura dolosa. Oltre ai fatti nei quali sono state coinvolte le vetture, sono numerosi anche i raid incendiari, soprattutto nel nord Salento, destinati alle attività commerciali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza di 22 anni trovata morta in appartamento: è mistero

  • "La moneta da 1 euro non c'è più nel carrello". E lui chiama la polizia

  • Infezione da Covid-19: sono 56 i casi positivi nel Salento, 6 a Lecce

  • Cade dagli scogli in un punto impervio, ferito recuperato con l'elicottero

  • Covid, quattro casi e un decesso nel Leccese. Movida: controlli straordinari

  • Tragedia in ospedale: si lancia dal quarto piano, muore donna 73enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento