Cronaca Via Martiri D'Otranto

Due incendi dolosi nella notte. In fiamme anche auto del titolare di una pizzeria

Gli episodi sono accaduti a Galatone e a Neviano, e hanno danneggiato due veicoli. Si tratta di un'Alfa Romeo, appartenente a un commerciante, e di una Renault Twingo di proprietà di una pensionata. In entrambi i casi, provocati per mano di alcuni malviventi, indagano i carabinieri della compagnia di Gallipoli

Foto di repertorio

NEVIANO – Un quarto d’ora prima delle 2 è arrivata la richiesta di intervento alla centrale operativa dei vigili del fuoco. Un’Alfa Romeo è stata data alle fiamme, all’altezza del civico 35 di via Diaz, a Neviano. Il mezzo è di proprietà di P.S., un 49enne del posto, censurato per vecchi precedenti relativi ai reati di danneggiamento ed estorsione, e titolare della pizzeria “Millennium”, nella piazza del paese. Il fuoco ha consumato la parte anteriore del veicolo, e arrecato un danno per un valore di circa 3mila e 500 euro, non coperti da assicurazione.

Sul posto, oltre ai vigili del fuoco del distaccamento di Gallipoli, anche i carabinieri della stazione locale. I militari hanno ascoltato il commerciante, alla ricerca di indizi utili che possano far emergere il nome del responsabile. Il sopralluogo dei pompieri, infatti, hanno messo in luce la matrice dolosa dell’accaduto, sul quale si sta indagando a tutto spiano. Nei pressi del mezzo colpito, tracce inequivocabili di liquido infiammabile.

Sotto  la lente di ingrandimento dei carabinieri, soprattutto la sfera dei contatti i della vittima del gesto, maturati in ambito professionale. Si indaga per cercare anche di chiarire se il titolare della pizzeria sia stato vittima, di recente, di richieste di denaro o altre forme di minaccia.

Alcune ore dopo, intorno alle 5, un secondo rogo di natura dolosa ha arrecato danni anche a una Renault Twingo. L’auto, di proprietà di A.E., una pensionata 65enne di Galatone, era parcheggiata in via Martiri d’Otranto, quando qualcuno ha appiccato il fuoco. I pompieri del distaccamento della Città Bella, sopraggiunti anche in questo secondo incendio, hanno domato le fiamme e rinvenuto tracce di benzina utilizzate da qualcuno per cospargere le lamiere.

Il danno arrecato, anche in questo episodio non coperto da polizza, si aggira attorno a mille e 500 euro. I militari dell’Arma di Galatone hanno ascoltato le dichiarazioni della malcapitata, nel tentativo di ricostruire il contesto nel quale possa essere maturato un simile livore. Gli inquirenti escludono possa esservi un collegamento con il primo episodio, avvenuto a Neviano e sono orientati a ricercare quel motivo nella vita personale della 65enne.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due incendi dolosi nella notte. In fiamme anche auto del titolare di una pizzeria

LeccePrima è in caricamento