Due roghi dolosi: colpite auto, una era stata rubata da ore

Indagini sugli episodi avvenuti, tra la notte e l’alba, a Lecce e Corigliano d’Otranto: nel primo caso la vettura distrutta: sospetta ritorsione per un debito economico

Foto di repertorio.

LECCE – Due incendi, nelle scorse ore, fra Lecce e Corigliano d’Otranto: entrambi sono di origine dolosa e ora si cercano i responsabili. Il primo, all’una della notte, nel capoluogo salentino. Un’Alfa Romeo Mito, intestata a un 39enne nato a Poggiardo, ma residente in città, è andata in fumo in via Cantù. La vettura, il cui furto è stato denunciato dal proprietario nelle scorse ore, è stata avvolta da una fiammata che, fortunatamente, ha risparmiato gli altri veicoli parcheggiati nei paraggi.

Del veicolo colpito dai malviventi, è rimasto ben poco: l’auto è stata completamente distrutta e ora è inutilizzabile. I danni sono ingenti: di parla di svariate migliaia di euro. Sul posto, oltre ai vigili del fuoco del comando provinciale, sono intervenuti anche gli agenti di polizia della sezione volanti per il sopralluogo e per l’avvio delle indagini. Attività investigativa che è poi passata nelle mani dei colleghi della squadra mobile leccese. Il personale della questura sta facendo chiarezza sull’episodio di chiara natura ritorsiva.  All’origine dell’accaduto, stando a una prima ipotesi, potrebbe infatti esservi un dissidio di natura personale per questioni economiche e di possibili debiti. Gli investigatori stanno ora cercando anche di chiarire questo ulteriore aspetto, per sapere in quale contesto sia maturato un gesto simile. Non è escluso che, già nelle prossime ore, il responsabile dell’accaduto possa essere identificato.

Una seconda auto, inoltre, è stata colpita da un rogo. Questa volta a Corigliano d’Otranto, dove una Opel Corsa è andata parzialmente in fumo all’alba. Si tratta della vettura di una 36enne residente a Melpignano, alla quale i responsabili hanno cercato di dare fuoco. Senza riuscirci del tutto. I carabinieri della stazione locale, alla quale la donna si è rivolta, hanno raggiunto la strada nella quale era in sosta il veicolo. Hanno rinvenuto una bottiglietta, contenente del liquido infiammabile e utilizzato per far attecchire il fuoco. Il contenitore è stato infatti trovato nei pressi dello pneumatico danneggiato. I vigili del fuoco hanno spento subito la fiammata e contenuto i danni. Le indagini sono tuttora in corso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi frode col gasolio agricolo, undici arresti e 64 indagati

  • Anziana madre non ha sue notizie da giorni e chiede aiuto: 49enne trovato senza vita

  • Militari attendono cassiera a fine turno: addosso parte dell’incasso, sospetti ammanchi per 50mila euro

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

Torna su
LeccePrima è in caricamento